Sono molti i protagonisti che nel dibattito in corso sul futuro della politica di coesione, dopo il 2020, hanno già espresso il loro punto di vista su questa importante questione.  La posizione dell’Italia sul tema è stata adottata il 9 novembre 2017 dopo che la Conferenza delle Regioni ha fornito il suo contributo con un proprio documento.

Il Comitato europeo delle Regioni ha invece assunto la sua posizione con l’adozione del parere su “Il futuro della politica di coesione oltre il 2020” l’11 maggio 2017. Poi il Comitato delle Regioni di Bruxelles si è fatto promotore di un manifesto #CohesionAlliance a cui hanno aderito diverse organizzazioni rappresentative del mondo delle Regioni e delle autonomie locali, ma anche singoli Comuni ed istituzioni regionali.

Nella riunione del 24 gennaio scorso, la Conferenza delle Regioni ha aderito formalmente al manifesto. Successivamente, il 30 gennaio, è arrivata anche l’adesione formale dell’Associazione Nazionale Comuni Italiani.

Fonte: Europuglia