Sullo stato di attuazione della legge anticorruzione (L. n. 190 – 6 novembre 2012: “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”) è stato redatto un prospetto di lettura a cura della segreteria della Conferenza delle Regioni – settore Affari istituzionali e generali – con le osservazioni e le note di interesse regionale.

Oltre ai riferimenti legislativi, viene anche riportata integralmente la prima Circolare ministeriale (numero 1, 25 gennaio 2013, della Presidenza del Consiglio dei ministri – Dipartimento della funzione pubblica) che riguarda proprio la Legge n. 190 del 2012 e cioè sempre le “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione“.

La legge è entrata in vigore il 28 novembre 2012. Con l’intervento normativo sono stati introdotti numerosi strumenti per la prevenzione e la repressione del fenomeno corruttivo e sono stati individuati i soggetti preposti ad adottare iniziative in materia.mento della funzione pubblica svolge principalmente un ruolo propositivo e di coordinamento e predispone il Piano Nazionale Anticorruzione (P.N.A.), che viene trasmesso ed approvato dalla C.I.V.I.T.

In base alla nuova legge, le strategie di prevenzione e contrasto della corruzione derivano dall’azione sinergica di tre soggetti:

  1. il Comitato interministeriale, che ha il compito di fornire indirizzi attraverso l’elaborazione delle linee guida;
  2. il Dipartimento della funzione pubblica, che opera come soggetto promotore delle strategie di prevenzione e come coordinatore della loro attuazione;
  3. la C.I.V.I.T., che, in qualità di autorità nazionale anticorruzione, svolge funzioni di raccordo con le altre autorità ed esercita poteri di vigilanza e controllo per la verifica dell’efficacia delle misure di prevenzione adottate dalle amministrazioni nonché sul rispetto della normativa in materia di trasparenza nelle politiche nazionali.

Infine si segnala in futuro la pubblicazione del rapporto dell’OECD sulla situazione dell’Italia in materia di prevenzione della corruzione.

Fonte: Regioni.it – Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome – Sistema Puglia, Pubblica Amministrazione – Redazione Sistema Puglia