regione-pugliaLa Giunta vara investimenti per più di 84 milioni con gli incentivi regionali. A beneficiarne 14 imprese industriali e turistiche che hanno presentato in tutto 9 progetti (due sono di consorzi). Saranno agevolate con i Contratti di Programma regionali, strumento che agevola principalmente le grandi imprese, con i Programmi integrati di agevolazione (PIA), incentivo rivolto soprattutto alle medie imprese, e con i PIA turismo. Le risorse pubbliche necessarie agli investimenti ammontano a più di 29 milioni di euro mentre sotto il fronte occupazionale oltre ad essere mantenuti gli organici esistenti, saranno sviluppati 142 posti di lavoro in più.

Con questi ulteriori 84,3 milioni, gli investimenti mobilitati da tutti gli incentivi regionali per le imprese salgono a 2,4 miliardi di euro.

A darne notizia è l’assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone che spiega: “Stiamo agevolando progetti intelligenti e innovativi che miglioreranno processi e prodotti industriali e amplieranno l’offerta turistica. Gli investimenti puntano su ricerca e sviluppo, migliorano le capacità produttive delle aziende, realizzano nuove strutture, investono nelle tecnologia informatiche e nell’internazionalizzazione, attivano nuove linee di produzione, riducono gli impatti ambientali”.

“Queste proposte – continua l’assessore – sono l’ennesima prova del dinamismo del nostro territorio che, grazie anche agli incentivi regionali, continua ad investire per migliorare e rendere più competitiva la propria offerta e per uscire dalla crisi. Ma la cosa che ci rende più fieri sono gli investimenti industriali in ricerca e innovazione. Come ha attestato la Banca d’Italia solo pochi giorni fa, gli investimenti pugliesi attraverso i fondi comunitari si caratterizzano per il maggior peso dato ai temi della ricerca e dell’innovazione che rappresentano il 15% dei fondi pubblici a fronte dell’8,2 per cento del Mezzogiorno. Questa direzione è stata impressa dalle politiche regionali. Le imprese ci hanno seguito, per questo oggi la Puglia è la prima regione in Italia per incremento delle esportazioni. Questi ulteriori investimenti rafforzeranno l’offerta sui mercati esteri e renderanno anche più attrattivo il territorio favorendo l’occupazione”.

Fonte: Ufficio Stampa – Sistema Puglia, Agevolazioni e Finanza d’Impresa, Area Politiche per lo Sviluppo – Redazione Sistema Puglia