Doppio appuntamento da oggi, venerdì 28 aprile, al cinema “Vittoria” di Cassano delle Murge: alle ore 17:30 è in sala “Baby Boss”, mentre alle 19:30 e alle 21:30 sarà la volta di “Lasciati andare”, nuovo film di Francesco Amato con Toni Servillo.

BABY BOSS

Tim Templeton è un bambino felice: ha sette anni e mezzo, i genitori lo adorano, ed è dotato di una fervida immaginazione che gli permette di vivere ogni situazione come un’eccitante avventura. Almeno finché non arriva in casa il nuovo fratellino, che istantaneamente monopolizza le attenzioni e l’affetto dei genitori lasciando Tim da solo a domandarsi come sia potuto succedere che il neonato sia diventato il boss in casa sua.

Nello sguardo di Tim, Baby Boss è infatti un piccolo dittatore, un adulto travestito da bebè con un’agenda nascosta della quale i loro genitori sono all’oscuro.

Sarà lo stesso Baby Boss a rivelare i suoi piani a Tim perché oltre ad andare in giro in giacca, cravatta e ventiquattrore come un dirigente aziendale, è un neonato parlante, la cui missione è contrapporsi al trend che sta rubando l’attenzione dei potenziali genitori per dirottarla verso altre creature irresistibili: i cuccioli di cane.

LASCIATI ANDARE

Elia Venezia è uno psicanalista che cura i suoi pazienti anche attraverso l’ipnosi. La sua pigrizia rasenta i languori di Oblomov, la sua taccagneria non riguarda solo il denaro ma anche le energie vitali, che conserva come se dovessero servirgli per qualche esistenza successiva.

Anche il suo rapporto con la moglie Giovanna, da cui è separato in casa (ma l’appartamento in cui abitano e diviso strategicamente in due), è improntato alla passività: lei gli lava la biancheria, gli cucina il polpettone e il venerdì lo trascina a teatro. Ma quando la ghiottoneria e il sovrappeso rischiano di creare ad Elia seri problemi di salute, lo psicanalista si vede costretto a fare ciò che detesta con tutto se stesse: un po’ di esercizio fisico.

Ad allenarlo sarà una improbabile personal trainer, la spagnola Claudia, sciroccota sempre pronta a cacciarsi nei guai ma dotata di una capacità speculare a quella di Elia: lui struttura le menti, lei i corpi.

Inutile dire che la strana coppia finirà per rivelarsi una preziosa società di mutuo soccorso, e che fra Elia e Cluadia nascerà una grande amicizia.

 

Tags: , ,