bimillenario augusteoPer celebrare la ricorrenza dei duemila anni dalla morte di Augusto la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma in collaborazione con Electa ha scelto di realizzare un ricco programma di interventi dedicati alla quasi totalità del patrimonio in sua gestione a partire dall’area  monumentale del Foro romano e del Palatino, che Augusto scelse come sua dimora nel culto della memoria di Romolo e della fondazione della città.

Prossimi appuntamenti

Roma, Villa di Livia a Prima Porta

Nuovi percorsi della Villa di Livia e nuovo allestimento dell’antiquarium. Dal 12 settembre 2014.

Per la celebrazione del bimillenario, è stato riallestito l’antiquarium della Villa di Livia, moglie di Augusto, ad Gallinas Albas, nel quartiere di Prima Porta, con la sistemazione del famoso lauretum.

La Villa di Livia a Prima Porta, lungo la via Flaminia, è un monumento di straordinaria importanza storica e archeologica. La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma da anni sta lavorando al recupero e allo studio delle strutture rimaste, che adesso si presentano al pubblico dopo una serie di interventi di valorizzazione. Si è provveduto al restauro dei dipinti murali, mosaici e paramenti lapidei, alla risistemazione del lauretum, il famoso giardino di Livia già noto nelle fonti antiche, e al riallestimento dell’antiquarium, che raccoglie reperti di scavo e narra la storia del sito.

Roma, Palatino

Riapertura del Museo Palatino, riorganizzazione e ampliamento del percorso archeologico della Casa di Augusto e della Casa di Livia. Dal 18 settembre 2014.

In occasione del Bimillenario augusteo la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma ha completamente rinnovato l’allestimento del Museo Palatino, custode di alcune delle più straordinarie testimonianze dell’epoca augustea, nonché dalla riorganizzazione dell’annesso percorso archeologico della Casa di Augusto e della Casa di Livia: i luoghi per eccellenza del primo imperatore e della sua famiglia, nonché di quella politica fatta di tradizione e innovazione che caratterizzerà tutto il suo Principato.

Roma, Terme di Diocleziano

Apertura al pubblico Aula VIII, natatio, Chiostro piccolo della Certosa di Santa Maria degli Angeli. Dal 24 settembre 2014.

In occasione del Bimillenario augusteo la Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Roma mostrerà nel magnifico complesso delle Terme di Diocleziano i risultati dell’intervento conservativo della fronte della monumentale natatio e delle strutture che di essa rimangono. L’adiacente aula VIII verrà allestita con i grandiosi frammenti architettonici delle terme stesse finalmente esposti al pubblico. Il restauro di questo immenso complesso ha interessato anche le strutture rinascimentali della Certosa di Santa Maria degli Angeli, costruite su quelle antiche. Sarà infatti riaperto il percorso di visita nel Chiostro piccolo della Certosa, allestito con la meticolosa ricostruzione degli Atti degli Arvali e dei Ludi Saeculares, antichi culti rifondati nell’ambito della politica religiosa di Augusto.

Fonte: Mibact