Il mantenimento degli impegni finanziari sottoscritti dal Regno Unito è una delle questioni più spinose dei negoziati Brexit.

Gli impegni economici che il Regno Unito deve mantenere

In quanto membro UE il Regno Unito ha sottoscritto alcuni obblighi, come quelli per il budget a lungo termine dell’Unione, il cosiddetto quadro finanziario multi annuale. Adesso che abbandona l’Unione restano da prendere in considerazione, durante i negoziati sul ritiro e sulle relazioni future, quali siano gli impegni economici da mantenere.

La questione economica attraversa tutti i settori, dall’investimento nella ricerca alle infrastrutture, agli aiuti allo sviluppo, alle pensioni per i dipendenti pubblici UE provenienti dal Regno Unito.

Le conseguenze del ritiro del Regno Unito sul budget dell’UE

La decisione del Regno Unito avrà un impatto sulle finanze dell’UE perché vorrà dire che ci sarà uno stato membro in meno a contribuire. Per saperne di più leggi l’intervista a Jens Geier, il parlamentare europeo ha negoziato per conto del Parlamento il budget dell’UE per il 2017.

Contributi futuri?

Un’altra questione riguarda i contributi che il Regno Unito dovrà versare in futuro se vorrà continuare a fare parte nel mercato unico, dell’unione doganale e beneficiare di altre iniziative UE.

Parliament position

La posizione del Parlamento europeo adottata il 5 aprile 2017 dichiara che se il Regno Unito vuole continuare a fare parte del mercato comune e dell’unione doganale dovrà accettare di contribuire al bilancio.

Gli eurodeputati chiedono inoltre che il paese uscente rispetti tutti gli impegni legali, finanziari e di bilancio. Questi includono gli impegni già presi per il budget a lungo termine dell’Unione fino al ritiro e in seguito.

La posizione adottata serve come guida per i negoziati fra l’UE e il Regno Unito. Il Parlamento gioca quindi un ruolo decisivo nel decidere il risultato di questi negoziati.

Fonte: Parlamento europeo