La cassa integrazione in deroga sarà rifinanziata a settembre. Lo annuncia il Ministro del Lavoro Enrico Giovannini. Ma il quadro economico permane incerto. L’Istat rileva che nel secondo trimestre 2013 il Pil è diminuito dello 0,2% sul trimestre precedente e del 2% sul secondo trimestre 2012.

Secondo il ministro del Lavoro Giovannini, intanto, “tutti gli indicatori mostrano come il secondo trimestre dovrebbe avere ancora un segno congiunturale negativo del Pil”, ma ora “ci sono indicatori di fiducia e ordinativi positivi” e per “il terzo e quarto trimestre” è previsto un “segno congiunturalmente positivo”.

Nel contempo la produzione industriale a giugno sale dello 0,3% su maggio, un lieve aumento che segue il +0,1% del mese precedente. Rispetto a giugno 2012, sempre secondo gli ultimi dati Istat, il dato resta negativo, -2,1%.

Per quanto riguarda gli autoveicoli, la produzione ha registrato a giugno un aumento tendenziale del 7,4% con una media però nel semestre del -6,4%. L’indice generale dei mezzi di trasporto è cresciuto a giugno del 2,2% con un calo sempre del 6,4% nel semestre. “A settembre rimetteremo mano alla questione della cassa integrazione in deroga rifinanziandola, – ha dichiarato il ministro del Lavoro Enrico Giovannini – perché con la continuazione della crisi la situazione resta molto difficile, onoreremo questo impegno”.

“E’ una cifra possibile, realistica – afferma Giovannini – che certamente aiuterebbe molte imprese e lavoratori a superare momenti di difficoltà e che porterebbe ad oltre 3,5 miliardi di euro le risorse che questo governo metterebbe in campo sul fronte degli ammortizzatori sociali”. Il ministro sostiene inoltre che “non possiamo sempre pagare a rubinetto, serve la riforma degli ammortizzatoti sulla quale stiamo lavorando, ci sono persone che prendono ammortizzatoti in deroga da più di dieci anni, questo non è possibile. Stiamo discutendo con le regioni i criteri per questi ammortizzatori”.

Fonte: Regioni.it – Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome – Lavoro e Formazione, Sistema Puglia – Redazione Sistema Puglia