da Cassano in MoVimento

L’attuale amministrazione a lavoro (?) da ormai otto mesi si è presentata alla cittadinanza durante la campagna elettorale con un folto elenco di promesse, pilastri sui quali quello stesso programma si reggeva… almeno in campagna elettorale.

Ma ad oggi dopo otto mesi circa quei pilastri a nostro parere stanno facendo vacillare l’equilibrio della maggioranza.

Veniamo con ordine! L’ambizioso programma dell’amministrazione con cui la stessa si è presentata alla cittadinanza prevedeva l’istituzione di diversi sportelli, corsi di formazione e attuazione di vari progetti per la valorizzazione del territorio, alcuni di questi da realizzare in tempi brevi; il dettaglio è visibile dal video pubblicato sulla nostra pagina CASSANO IN MOVIMENTO qualche giorno fa.

Tuttavia, ad oggi quel programma si presenta come inchiostro su carta che non ha visto la trasformazione in realtà.

Fra le tante spicca, l’Organizzazione e mantenimento di… Niente “solo” UNO SPORTELLO PER LA SICUREZZA. Ma dopo 250 giorni lo sportello… non si apre! Forse perché lo sportello Sicurezza non esiste! Non è stato proprio creato!

Ed ancora, favorire corsi di formazione per i giovani agricoltori o per nuovi imprenditori agricoli. Nulla anche in questo caso… nulla di fatto!

Aspettate non andate via! Questa promessa è veramente interessante… Adozione di un codice di comunicazione univoco per la promozione territoriale! Anche in questo caso… nulla di fatto!

Leggete con attenzione quanto segue! Ma andate in strada per leggere questa parte! Ci siete? Vi siete coperti che fa freddo… Pianificazione di una pulizia sistematica degli escrementi dei volatili… Ora guardatevi sotto le scarpe e rispondete a questa domanda: pervenuta o no questa pianificazione? Le nostre scarpe dicono… No!

Ora alla luce di quanto non è stato fatto ma è stato promesso! Occorre una riflessione con coscienza e responsabilità. La fiducia dei cittadini tutti (sia di chi ha manifestato la proprio preferenza che di quelli contrari) merita un simile trattamento? La centralità del cittadino all’interno delle istituzioni, la piena responsabilità di rispondere alle esigenze della comunità attraverso l’attuazione di un programma non sembra vacillare? Alla mancata attuazione di diversi punti del programma si aggiunge una particolare attività amministrativa che ha visto il nostro comune non accedere a diversi finanziamenti pubblici, strumenti validi per la crescita del territorio, con ogni probabilità pesando sulle casse del comune se si vorranno in futuro, comunque realizzare.

Che gestione della res pubblica è quella dell’attuale amministrazione dove non vi è corrispondenza tra l’attività programmatica elettorale e l’attività posta in essere in otto mesi? E non perché diversa ma perché quasi assente!

I comizi elettorali non devono essere spot programmatici! I comizi elettorali devono rappresentare l’occasione per conquistare la fiducia dei cittadini illustrando una serie di attività ovvero strumenti per rispondere alle loro esigenze che, questo il punto fondamentale, devono essere realizzati. Altrimenti quei comizi, sono solo parole che il vento porta via. Si, il vento porta via le parole della maggioranza ma i problemi dei cittadini di Cassano rimangono ancora senza soluzioni!

 

Tags: ,