di Anita Malagrinò Mustica

(foto di Asia Festa)

Giovedì 7 giugno 2018, la cittadina di Cassano delle Murge si è colorata dell’entusiasmo di centinaia di ragazzi, giunti da tutta la provincia per gremire la piccola piazza del centro storico del paese. Arte, musica, recitazione e pittura: una giornata diversa, interamente volta alla valorizzazione dei nostri giovani talenti, capaci di risplendere, con le loro passioni e i loro sogni, in un’ assolata giornata di giugno.

Ospite d’onore della “giornata dell’arte”, grazie alla mediazione di “Progetto in Comune” e “Leo Club Cassano”, uno degli street artist più noti: “Solo”.

Il talentuoso street artist romano, che ha costruito la sua fama internazionale attraverso il linguaggio dei fumetti e dei Supereroi e ha lasciato le sue opere più note nelle gallerie di Parigi, Praga, Berlino, Miami e Londra o sui muri di Prima Valle a Roma, nelle zone disagiate di Rio de Janeiro e Los Angeles, ha abbellito gli edifici di Piazza Merloni, facendosi portavoce di una nuova forma di rigenerazione urbana.

Questa “giornata dell’arte” cassanese, dal sapore internazionale, ha dato modo ai ragazzi del Liceo di esporre foto ed elaborati multimediali realizzati nell’ambito del Progetto Erasmus+ KA2 “Getting Science Closer to Students“. Infatti, la cittadinanza, assieme ai numerosi ospiti, ha potuto partecipare alla fiera relativa alle attività svolte per tutto il progetto ed in occasione delle mobilità tra le scuole partner (Ungheria, Svezia, Lituania, Grecia e Italia). L’obiettivo principale del progetto è stato quello di migliorare le competenze scientifiche e matematiche degli studenti, veicolate in lingua inglese e supportate dalle nuove tecnologie.

i ragazzi dell’Erasmus+ alla Giornata dell’Arte (foto di Grazia Maria Rosaria Barberio)

Il progetto, organizzato e coordinato dalla prof.ssa Grazia Maria Rosaria Barberio, ha messo in contatto diretto gli studenti affinché beneficiassero dello scambio e della condivisione di una parte dei loro lavori con altri ragazzi europei. Attraverso lo sviluppo delle competenze interculturali, si è innovato uno stile di apprendimento basato sul contatto diretto con realtà diverse, prevenendo la xenofobia.

Durante i due anni del Progetto Erasmus+ KA2 “Getting Science Closer to Students”, gli studenti e i docenti delle cinque Istituzioni si sono tenuti in contatto via Skype, e-mail e social networks per preparare esperimenti e lavori di scienze e fisica, supportati dai docenti delle stesse discipline e dai docenti di lingua inglese, accrescendo consapevolezza della diversità europea come ricchezza da sfruttare.

Dall’1 al 7 aprile 2016, il Liceo ha ospitato una delegazione di docenti e studenti provenienti dalla Svezia. Gli alunni svedesi sono stati ospitati dalle famiglie di alcuni studenti, partecipando all’evento CassanoScienza e mostrando i loro esperimenti; hanno collaborato, inoltre, insieme agli studenti cassanesi, alla produzione di un Project Work su tema scientifico, completato durante la mobilità in Svezia, dal 6 al 13 maggio 2017.

Inoltre, dopo una splendida esperienza in Ungheria nell’ottobre scorso, alunni e docenti hanno avuto l’opportunità di ricambiare la cordiale ospitalità dal 18 al 25 marzo 2018. Decine di ragazzi ungheresi hanno potuto approfondire materie scientifiche, guidati e supportati dai docenti disponibili e preparati. Non sono mancate visite nei luoghi più incantevoli della nostra regione, capaci di lasciare un ricordo indelebile nei cuori e nelle menti dei tanti ragazzi, che, grazie al Progetto Erasmus, cofinanziato dall’Unione Europea, hanno intrecciato le proprie vicende umane con quelle di coetanei provenienti da altre realtà, colorando Cassano con la stessa gioia e vitalità che ha tinto il cielo cassanese di quel 7 giugno 2018.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Tags: , , , , , ,