di Anita Malagrinò Mustica

i volontari della fondazione Banco Alimentare Onlus durante la Colletta Alimentare a Cassano (foto di Anita Malagrinò Mustica)

Anche quest’anno, la Fondazione Banco Alimentare Onlus si è fatta promotrice di una mirabile iniziativa, volta a sensibilizzare l’intera società al problema della povertà alimentare. Ogni ultimo sabato di novembre, infatti, da ben ventun anni, l’associazione cerca di sostenere, a livello nazionale, famiglie bisognose attraverso la donazione di beni di prima necessità, avvalendosi del prezioso aiuto di chiunque voglia offrire un dignitoso sostegno alle migliaia di persone sprovviste anche dell’essenziale per sopravvivere.

L’iniziativa coinvolge l’intera penisola e anche a Cassano, presso i supermercati Dok e Penny Market, un gruppo di amici, uniti dallo stesso altruismo e dall’innata generosità, ha scelto di mettersi a disposizione della collettività, esortando i clienti dei principali supermercati cassanesi a donare parte della loro spesa per una nobile causa. Ogni mese, grazie a questo unito e affiatato gruppo di volontari, almeno dieci famiglie cassanesi possono beneficiare di un aiuto concreto e, cosa ancora più importante, di un gesto d’affetto, un segnale di vicinanza che cerchi, almeno parzialmente, di evitare ai più disperati di credere di essere abbandonati in un clima di estrema solitudine, purtroppo sempre crescente.

Nella giornata di ieri, sono stati preparati più di cinquanta pacchi che, dopo essere riposti nei diversi depositi per lo smistamento, saranno distribuiti in tutto il barese.

Un’iniziativa esemplare e ammirevole, che non si riduce ad una mera azione di beneficenza, come precisa la prof.ssa Lucia Di Maso, ma rappresenta, pragmaticamente, un modo per combattere l’emarginazione che, spesso, attornia chi, invece, avrebbe bisogno di affetto e comprensione.

 

Tags: