Il matematico assessore dirama un comunicato che sconfessa se stesso e conferma, invece, la tesi di “nuova ideadomani: l’amministrazione Di Medio ha chiesto, ai tartassati cittadini di Cassano, più soldi di quelli necessari!

Quanto meno stupefacente è leggere il comunicato di Antelmi che, nel maldestro tentativo di “evitare confusione” (sono le sue parole) non fa altro che aumentare la sua confusione e, soprattutto, quella di qualche cittadino tifoso.

Basta leggere, infatti, proprio la chiusura del suo comunicato che riprende interamente le valutazioni finali del Revisore dei Conti: “… l’utilizzo di parte dell’avanzo di amministrazione 2011, ha consentito un risultato finale positivo della gestione di competenza (218.215,61 euro)”.

Al solito, delle due l’una:

  1. o Antelmi NON ha ben compreso la chiara relazione del Revisore che, quando parla di “risultato finale positivo”, dice, in sostanza, che gli oltre +218mila€ costituiscono un surplus di entrate sottratte alle tasche dei cittadini! Ma noi ci rifiutiamo di pensare che, un matematico così attento e professionale cada su questa piccola buccia di banana;
  2. oppure Antelmi è in malafede perché il “risultato finale positivo” indica chiaramente che l’amministrazione Di Medio ha chiesto, ai cittadini, di più di quello che effettivamente serviva per far funzionare la macchina comunale.

I numeri, almeno quelli per fortuna, non sono opinabili.

Come non opinabili sono i tanti richiami del Revisore quando testualmente evidenzia le seguenti criticità:

  • ricorso sistematico ai contratti di lavoro flessibile”;
  • risultato vistosamente negativo degli impianti sportivi”;
  • trasporto scolastico con costi per 208mila€ a fronte di proventi pari ad appena 20mila€”;
  • registra uno scostamento abbastanza significativo (46,02%)” il parametro n.4 della deficitarietà strutturale;
  • il Comune di Cassano NON ha ancora versato la quota di propria competenza al GAL con l’aggravio di una differenza fra quanto dovuto (3.750,00€) e quanto accantonato (3.250,00€) una differenza che “gli uffici dovranno chiarire ed eventualmente sanare”;
  • non esiste ancora l’albo dei beneficiari delle provvidenze economiche, “albo che dovrà essere reso pubblico”; un altro adempimento, cioè, non rispettato.

Ci fermiamo qui perché potremmo continuare ancora con tante altre tirate d’orecchie del Revisore.

Entriamo negli aspetti anche politici di Antelmi &Co. che, nel suo comunicato, si guarda bene dal chiarire. Per esempio:

  • perché egli ha aumentato le spese correnti di 850mila€ ? dove sono finite?
  • perché Antelmi ancora non chiarisce i motivi dell’ingiustificato aumento, nel 2012, del 15%, del servizio rifiuti, ma il nuovo servizio ancora non è entrato in funzione?
  • perché il costo del servizio rifiuti è costato oltre 545mila€ in più rispetto al passato?
  • perché Antelmi ha aumentato al massimo l’addizionale comunale Irpef (+60%) ma non serviva poiché il bilancio 2012 ha registrato un surplus di entrate per 218mila euro?
  • perché Antelmi ha aumentato la pressione tributaria pro capite del 45% in due anni?
  • che fine ha fatto il Project Financing per il Polisportivo, costato 20mila€ senza nessun risultato per la città?

Anche qui potremmo continuare a lungo, ma non vogliamo annoiare i cittadini cui Antelmi e l’intera amministrazione Di Medio devono spiegazioni senza confondere carte, dati e numeri e, soprattutto, spiegare perché, i fastidiosi numeri che danno loro vistosamente torto, sono ignorati dai nostri “bravi”.

Insomma c’è la conferma: ai cittadini sono stati sottratti 218mila €. in più di quelli necessari!

Allora la domanda che sorge spontanea è: Antelmi ci fa o ci è?

Teodoro Santorsola – Capogruppo di “nuova ideadomani

 

Tags: , , , ,