Con 12 voti favorevoli e 7 contrari, il Consiglio Comunale di Cassano delle Murge (riunitosi ieri, martedì 30 aprile) ha approvato il rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2012. “Un anno di intenso impegno per la realizzazione dei progetti messi in cantiere e per la pianificazione di nuovi per i quali cerchiamo di intercettare fondi” ha affermato il sindaco Maria Pia Di Medio nella sua relazione. “Siamo fieri di quello che abbiamo fatto e stiamo facendo” ha continuato il primo cittadino “con l’obiettivo primario di trasformare Cassano in un paese più vivibile e turisticamente più attrattivo”, ha aggiunto, lanciandosi poi in un elenco di cose fatte (e da fare) nei vari ambiti: dalle strade alla cultura, dalla raccolta differenziata ai bandi, dal sociale allo sport.

Questo bilancio” ha concluso il sindaco “conferma l’assoluta bontà delle nostre previsioni. Il nostro operato è quanto di meglio potesse essere fatto nell’attuale situazione di crisi economica”.
Un bilancio che, però, si chiude con un avanzo di gestione di 647mila euro e che, per le opposizioni, è indice di scarsa capacità di investimento da parte dell’amministrazione Di Medio: “abbiamo ascoltato stancamente un elenco che ci riproponete identico da tre anni in fase di previsione, assestamento e consuntivo” ha affermato la consigliera PD-ViviCassano Domenica Busto sottolineando come, nonostante le dichiarazioni di intenti del sindaco, questo bilancio sia la fotografia della sciatteria e dell’abbandono che regnano nel nostro paese. Manca la progettualità nei programmi dell’amministrazione per la Busto, così come sono pochi gli interventi nei servizi sociali ed è indubbio che, rispetto all’anno scorso, i cittadini paghino di più per i servizi (a partire dalla tassa per i rifiuti, nonostante il nuovo servizio non sia ancora partito). Per quanto riguarda l’avanzo di gestione, poi, la consigliera Busto è lapidaria: “o avete sbagliato in sede di previsione o non sapete spendere”. L’avanzo dimostra, per Arganese (PD-ViviCassano), “che non avete speso e che quindi non sono stati soddisfatti tutti i bisogni dei cittadini”. Per il capogruppo PD, si tratta di un consuntivo confusionario.

Sull’aumento delle tariffe e sulla cattiva gestione dei residui ha puntato l’accento il capogruppo di Nuova IdeaDomani, Teodoro Santorsola evidenziando come questa amministrazione non faccia più “nemmeno il compitino semplice. Avete inasprito la pressione fiscale gravando sulle tasche dei cittadini”. Santorsola ha poi sollevato questioni formali: l’atto presentato in consiglio comunale sarebbe carente poiché in esso non vi è traccia del conto economico per la raccolta, il conferimento e lo smaltimento dei rifiuti né dell’attestazione di insussistenza di debiti fuori bilancio. Di bilancio non equo ha parlato, infine, il consigliere Davide Del Re.

Ma per l’assessore al bilancio Franco Antelmi, “questo bilancio è davvero quanto di meglio abbiamo potuto fare in una situazione simile”: crisi economica e minori trasferimenti dal Governo centrale hanno causato serie difficoltà di gestione, ciononostante il Comune ha mantenuto comunque i costi dei servizi più bassi rispetto agli altri Comuni della Provincia (anche se più alti rispetto a quelli dell’anno scorso). “Questo consuntivo dimostra che siamo lungimiranti” ha concluso. Bilancio approvato, dunque, a maggioranza.

La discussione del secondo punto all’ordine del giorno, l’acquisizione sanante dei terreni dove ora sorge la rotonda in zona Sacro Cuore, si è aperta con la questione preliminare posta dai consiglieri Del Re e Gentile: l’atto giunto in Consiglio sarebbe incompleto, poiché in corso d’esame è giunto un ricorso che potrebbe compromettere l’esito della deliberazione e provocare danni al Comune. Aspetto sottolineato anche dal consigliere Paparella (PD). La maggioranza ha respinto la richiesta di rinvio e, successivamente, approvato l’atto.

Tutti d’accordo, infine, sul terzo ed ultimo punto all’ordine del giorno, l’approvazione della convenzione regolante i rapporti tra i Comuni ricadenti nell’ambito territoriale ottimale della provincia di Bari (ATO Ba) in materia di rifiuti urbani ed assimilati, approvato all’unanimità.

Il Consiglio Comunale si era aperto con le interrogazioni di Santorsola (in merito alla rotonda in via Bitetto ed ai problemi con la ditta appaltatrice) e Del Re (verde pubblico e necessità di potare gli alberi prima della ripresa vegetativa, cosa ovviamente che non è stata fatta in quanto la potatura è avvenuta in aprile inoltrato) per il gruppo Nuova IdeaDomani. Per il PD-ViviCassano, invece, Paparella ha posto all’attenzione del sindaco i problemi con le grate (divelte e mai sostituite) in giro per il paese e delle pessime condizioni di piazza Merloni e del parcheggio di via Sisto (dove il venerdì si tiene il mercato) e Arganese ha chiesto più puntualità nei pagamenti alle imprese.

Vito Surico

 

Tags: , , , , , , , ,