(foto Google)

La Regione Puglia ha diffuso l’avviso pubblico per la “Fornitura di libri di testo delle scuole secondarie di I e II grado per l’a.s. 2018/2019”.

L’avviso, pubblicato anche sul sito istituzionale del Comune di Cassano delle Murge, è volto a individuare i beneficiari del suddetto contributo. La presentazione delle istanze da parte degli aspiranti al contributo dovrà essere effettuata online, attraverso un sistema informatico accessibile al link www.sistema.puglia.it/contributolibriditesto, a partire dalle ore 10:00 del 20 agosto e fino alle ore 14:00 del 20 settembre 2018.

La procedura telematica acquisirà i dati ISEE direttamente dalla Banca dati dell’INPS tramite cooperazione applicativa e genererà un elenco provvisorio delle istanze, consultabili dai funzionari dei Comuni, autenticati e autorizzati dalla Regione tramite apposita procedura, per le istanze di rispettiva competenza.

Sulla base dell’elenco provvisorio, poi, gli Uffici regionali definiranno il Piano Regionale di riparto ai Comuni dei fondi per l’a.s. 2018/2019: i Comuni, quindi, tenendo conto delle risorse assegnate ed eventualmente integrate con propri fondi di Bilancio, stabiliranno la misura e la modalità di erogazione del beneficio (comodato d’uso, oppure buoni libro, oppure contributo finanziario).

La quantificazione del beneficio degli aventi diritto dovrà tener conto dei tetti di spesa, differenziati per anno e tipologia di scuola.

L’erogazione del beneficio da parte dei Comuni è subordinata alla verifica (di competenza dei Comuni stessi) dei seguenti requisiti:

  • frequenza scolastica per il tramite delle segreterie scolastiche;
  • non sovrapposizione del beneficio per i casi di frequenza extra-regionale;
  • correttezza dei dati anagrafici e della validità del documenti caricato nel sistema di presentazione dell’istanza;
  • documentazione attestante la spesa sostenuta per l’acquisto dei libri di testo, nel caso di erogazione del beneficio attraverso contributo finanziario.

Le eventuali somme non liquidate da parte dei Comuni costituiranno economie di spesa di cui si terrà conto in sede di riparto regionale dei fondi relativi all’anno scolastico 2019/2020.

 

Tags: ,