di Vito Surico

(foto d’archivio di Alessandro Caiati)

Quaranta minuti separano l’Atletico Cassano dal centrare il primo obiettivo stagionale: la Final Eight di Coppa Italia è lì, a un passo, ma l’ostacolo che i biancocelesti avranno di fronte non sarà certo dei più semplici da superare.

Domani, sabato 10 febbraio, i biancocelesti affronteranno il Giovinazzo C5, al PalaPansini alle ore 16:00, per i sedicesimi di finale di Coppa Italia, ultimo step, appunto, verso le fasi finali della competizione.

Sarà gara secca, partita da non sbagliare.

La direzione di gara è affidata ai signori Michele Iannone di Nocera Inferiore (1° arbitro), Emilio Romano di Nola (2° arbitro) e Raffaele Ziri di Barletta (cronometrista).

mister Cataldo Guarino (foto di Alessandro Caiati)

«Dobbiamo affrontare la partita con grande determinazione perché giochiamo contro un’ottima squadra e in un ambiente molto caldo», afferma mister Guarino, che in settimana ha lavorato duramente con i ragazzi per preparare al meglio la trasferta di domani: «ci aspetta sicuramente una dura battaglia – aggiunge – ma noi ci siamo allenati per migliorare la nostra condizione atletica e mentale. Ci teniamo tanto a vincere perché sarebbe il raggiungimento del primo obiettivo stagionale. Sarà come una finale. Va giocata con tutta la forza e la testa».

Con il recupero degli infortunati Rotondo e Pina, Guarino ha a disposizione l’intero roster (unico assente, nella gara di domani, lo squalificato Caio): «abbiamo avuto un periodo con tante defaillance (per infortuni o squalifiche) e tutto questo ci è costato caro. Ora siamo in netta fase di crescita e possiamo giocare partite con un ritmo più alto. È importante che da parte di ogni giocatore ci sia il massimo dell’impegno e della determinazione. Arriviamo a Giovinazzo con uno spirito di squadra forte, perché per vincere bisognerà dimostrare sicuramente di essere più forti».

Nicola Cutrignelli (foto di Alessandro Caiati)

Sarà una partita particolare, quella di domani, per Nicola Cutrignelli che per la prima volta torna a Giovinazzo da ex. Il numero 23 biancoceleste ha vestito per due anni la maglia biancoverde togliendosi non poche soddisfazioni, ma ora ce ne sono di nuove da raccogliere, con l’Atletico Cassano: «sarà una partita molto molto emozionante – afferma – per me Giovinazzo è una seconda casa, mi hanno accolto due anni fa quando forse non mi conosceva nessuno. È una piazza che, forse, mi ha fatto conoscere al mondo del futsal pugliese. Sarà una partita molto emozionante, ma io oggi vesto la maglia dell’Atletico Cassano e darò tutto per l’Atletico Cassano. È una partita troppo importante per noi, non vogliamo sbagliare!».

Cutrignelli conosce quelli che domani saranno gli avversari dell’Atletico Cassano, squadra e ambiente, ma non dà nulla per scontato: «sarà sicuramente una partita difficile, è un campo molto caldo quello di Giovinazzo: i tifosi sono davvero il sesto uomo in campo. Noi dovremo essere bravi a mantenere la calma perché comunque loro giocano bene. Io li conosco, ma conosco anche Chiereghin e so che non sarà prevedibile. Conosco i giocatori ma loro conoscono anche me, quindi non c’è niente di scontato. Sarà una partita in cui chi sbaglia meno porterà a casa la qualificazione. Noi siamo a 40 minuti dal sogno Final Eight. È un sogno per l’Atletico Cassano, ma anche per me che non l’ho mai giocata e ho tanta voglia di farla. Dobbiamo metterci il massimo tutti quanti per raggiungere questo traguardo fondamentale per la società e per ognuno di noi».

 

Tags: , , ,