(foto Google)

Con una nota inviata oggi in redazione, la dott.ssa Maria Pia Di Medio, sindaco del Comune di Cassano delle Murge mette a tacere le polemiche (ingiustificatamente) sorte a seguito dell’ordinanza emessa venerdì scorso che vieta la vendita di bevande in bottiglie di vetro o lattine durante i giorni della Festa Patronale, dalle 00:00 del 1° agosto alle 24:00 del 4 agosto.

Si informa la cittadinanza – scrive la prima cittadina – che, in seguito alla nota del Prefetto di Bari pervenuta il 04-07-2017, che obbliga i Sindaci all’osservanza di quanto esplicitato nella Legge 48/2017 sulla Sicurezza nelle strade e nei luoghi aperti, e succ. circolare 300/a/4228/17/149/2017/08 del 23.5.2017 ed in particolar modo della circolare del 7 giugno 2017 del Ministero dell’Interno per “le pubblche manifestazioni”, si è reso necessario emanare l’ordinanza n. 16 che, oltre a tutte le altre restrizioni in tema di sicurezza, vieta l’asporto di bevande in bottiglie di vetro e in lattine, oltre il consumo di alcolici, nel corso degli eventi della Festa Patronale che implicano la presenza di un notevole numero di persone nelle piazze e nelle strade. Si precisa che i rivenditori devono fornire le bevande, per l’asporto, in bicchieri o bottiglie di plastica. Si ricorda che in tali occasioni è vietata anche la detenzione per strada e nei luoghi di svolgimento della Festa, di bottiglie e lattine portati da casa o acquistati in altre rivendite. In caso di controlli positivi le bottiglie e le lattine saranno sequestrati.

La dott.ssa Di Medio allega alla sua nota anche un articolo in merito alla circolare del Prefetto che riportiamo integralmente, oltre alla stessa circolare e alla nota inviata ai sindaci che trovate in fondo a questo articolo.

Pubbliche manifestazioni: la circolare del Ministero dell’interno

Il Ministero dell’interno (Dipartimento Pubblica Sicurezza) ha diffuso la circolare 7 giugno 2017 concernente “Il governo delle pubbliche manifestazioni – Dispositivi e misure strutturali a salvaguardia dell’incolumità delle persone”.

La circolare colloca al centro dell’attenzione la valutazione dei dispositivi e delle misure strutturali da predisporre per la salvaguardia dell’incolumità delle persone, senza trascurare le attività di “security”, ossia i servizi di ordine e sicurezza pubblica ai fini dell’individuazione delle migliori strategie operative.

I punti centrali oggetto di attenzione sono i seguenti:

  • capienza delle aree di svolgimento dell’evento;
  • percorsi separati di accesso all’area e di deflusso del pubblico, con indicazione dei varchi;
  • piani di emergenza e di evacuazione;
  • suddivisione in settori dell’area di affollamento;
  • piano di impiego, a cura dell’organizzazione, di un adeguato numero di operatori formati;
  • spazi di soccorso, raggiungibili dai mezzi di assistenza, riservati alla loro sosta e manovra;
  • spazi e servizi di supporto accessori;
  • previsione di un’adeguata assistenza sanitaria;
  • presenza di impianto di diffusione sonora e/o visiva, per gli avvisi al pubblico;
  • possibile divieto di vendita di alcolici e altre bevande in bottiglie di vetro.

Il vademecum in relazione alla “safety” non può essere disgiunto da tutte le attività di “security” che ordinariamente e straordinariamente caratterizzano gli eventi e devono essere assicurate dalle Forze di Polizia con il concorso delle Polizie Municipali.

La circolare (sotto forma di direttiva) sottolinea che “nel quadro descritto assume un ruolo fondamentale il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, per l’analisi e la valutazione delle distinte pianificazioni di intervento” ed ha rimarcato che “in tale consesso sarà realizzata, in una cornice di sicurezza integrata, la sintesi delle iniziative da adottare anche con il concorso degli operatori di polizia locale”.

Il modello organizzativo presuppone lo scrupoloso riscontro delle garanzie di “safety” e di “security” necessariamente integrate, in quanto requisiti imprescindibili di sicurezza senza i quali le manifestazioni non potranno avere luogo.

Scarica la lettera del Prefetto.

Scarica la Circolare Ministeriale.

Scarica la circolare del 7 giugno.

 

Tags: , , ,