da Legambiente Cassano

Anche quest’anno la Pro Loco “La Murgianella” ripropone l’appuntamento con la “9ª Sagra del Fungo Cardoncello” prevista a Cassano per il 25 e 26 novembre, che vede rinnovata la collaborazione di Legambiente Cassano per contribuire all’interessante progetto, inteso a promuovere il nostro territorio con le sue specificità quali “cultura, folklore, odori e sapori dell’Alta Murgia”, temi che accomunano con analoghi appuntamenti nei mesi di ottobre e novembre diverse città quali Poggiorsini, Minervino Murge, Spinazzola, Ruvo di Puglia e Gravina di Puglia.

Il Circolo Legambiente Cassano coglie l’occasione per riproporre una escursione naturalistica sulle stupende colline panoramiche che circondano la nostra cittadina, approfondendo nello stesso tempo lungo il tracciato la conoscenza sia delle Piante Alimurgiche che gli habitat in cui si sviluppano le varie specie fungine (funghi epigei) e l’importantissimo ruolo che essi svolgono nell’ecosistema del bosco.

Ad occhi superficiali infatti, potrebbe sembrare che l’evoluzione naturale abbia selezionato questi organismi vegetali (inizialmente accorpati al regno delle “Piante” ma poi elevati al rango di regno autonomo), molto differenti dalle altre piante per le diverse funzioni vegetative e riproduttive, per fornirci deliziosi (ma a volte mortali!) integratori alimentari.

Se invece andiamo più a fondo scopriamo che i funghi epigei, organismi privi di clorofilla e quindi impossibilitati alla fotosintesi, allo scopo di procurarsi le sostanze organiche utili al proprio sostentamento si dividono in tre classi che svolgono funzioni specifiche di utilità per l’ambiente, in base alla loro specializzazione evolutiva:

  • i funghi “parassiti” che vivono a spese di piante malate o indebolite da tagli e ferite, velocizzandone la morte e la sostituzione con nuove piante sane;
  • i funghi “saprofiti” che vivono a spese di piante morte o di sostanze organiche decomposte o in fase di decomposizione presenti sul terreno, contribuendo alla loro veloce dissoluzione e che restituiscono al terreno ed alle radici delle piante circostanti, preziosi elementi minerali;
  • i funghi “simbionti”, la maggior parte dei nostri funghi commestibili e velenosi, i quali instaurano un sistema di scambio con le radici delle piante (simbiosi micorriza), un utile sodalizio che fornisce al fungo la sostanza organica sintetizzata con la fotosintesi clorofilliana e mette a disposizione delle radici della pianta preziose risorse in termini di acqua, sali minerali e sostanze azotate.

Ovviamente queste precisazioni servono anche per far riflettere, verso quei cattivi comportamenti abituali di alcuni frequentatori di boschi che calpestano le specie ritenute poco attraenti o velenose, invitando al rispetto di tutto ciò che è diretta espressione della selezione evolutiva naturale negli ecosistemi, in cui semplicemente coabitiamo con altri organismi.

Il tracciato dell’escursione (circa 8 km), lungo il quale ci accompagneranno i volontari del Circolo Legambiente, segue sentieri e piste sterrate prive di particolari difficoltà ma che consigliano l’uso di scarpe da trekking e pantaloni lunghi, per la presenza di pietre, radici e cespugli spinosi. Consentirà inoltre di ammirare il panorama sulla costa Barese e di assaporare i profumi e le sfumature dei colori autunnali che rivestono un territorio particolarmente seducente.

Partecipazione libera e gratuita con appuntamento alle ore 8:30, in Piazza Moro nei pressi del Municipio di Cassano Murge dove saranno disponibili anche gli stand della sagra.

Il termine delle attività è previsto per le ore 12:30 circa, con una piccola degustazione presso la vicina sede della Pro Loco con l’Ufficio Informazioni ed Accoglienza Turistica di Cassano.

 

Tags: , ,