“Esprimo l’auspicio di una severa attenzione al pieno rispetto delle previsioni normative orientate al rafforzamento democratico delle istituzioni territoriali attraverso il maggiore coinvolgimento delle donne”.

E’ un passaggio della lettera inviata dalla presidente della Commissione Pari Opportunità Rosa Cicolella ai Prefetti pugliesi per sollecitare l’applicazione della legge 215/2012 in occasione delle elezioni amministrative del 26-27 maggio: “le prime in cui si prevede esplicitamente il rispetto delle quote di genere nella composizione delle liste dei candidati nei Comuni che abbiano tra i 5.000 e i 15.000 residenti”.

“Sono assolutamente certa della correttezza delle procedure già attivate e ancor più fiduciosa nell’operato delle Commissioni elettorali – continua Cicolella – ma dobbiamo considerare che, in caso di violazione della norma, è prevista la massima sanzione possibile: la ricusazione della lista.

Mi pare evidente che il legislatore abbia ritenuto la parità di genere capace di attivare una visione più moderna della rappresentanza istituzionale – conclude la presidente della Commissione – dunque, di innovare profondamente la sua azione in un contesto sociale ancor più profondamente mutato”.

Fonte: Commissione Pari Opportunità – Commissione Pari Opportunità, Sistema Puglia – Redazione Sistema Puglia