Situata a 460 km da Mosca occupa un vasto territorio attraversato da laghi e corsi d’acqua, collegamenti intermodali e parchi industriali attrezzati.

Non ci sono soltanto Mosca o San Pietroburgo: un numero crescente di Regioni della Russia hanno iniziato a svolgere un’attività di autopromozione nei confronti degli investitori esteri mettendo in gioco anche interessanti incentivi. È il caso della Regione di Vologda, situata a 460 km da Mosca in direzione nordest e a 600 km da San Pietroburgo, che occupa un territorio di oltre 144mila km2 con 1,2 milioni di abitanti, in una regione pianeggiante, cosparsa di laghi, ma anche ben collegata: autostrade, aeroporto, ferrovia, canale Volga-Baltico. Nella Regione sono insediate diverse attività industriali: siderurgia, chimica, ingegneria meccanica, lavorazione dei metalli, industria cartaria e del legno, vetro. Il volume di interscambio con l’estero è di circa 6 miliardi di dollari e gli investimenti esteri hanno totalizzato 4 miliardi di dollari.

Nella Regione esistono due grandi parchi industriali. Il primo, Sheksna, è specializzato nella produzione di materiale edile, lavorazione dei metalli e produzione di componenti per l’industria automobilistica. Il secondo, Sokol, è invece specializzato nella lavorazione del legno, arredamento e accessori.

Le agevolazioni offerte riguardano la disponibilità di aree a prezzo contenuto, riduzioni delle imposte sulla proprietà, sui profitti e delle tasse sui trasporti. Inoltre nelle diverse province della Regione sono attivi dei gruppi di funzionari dedicati a promuovere e supportare gli investimenti. Volgogda ha anche un buon potenziale turistico: ricchissima di laghi e corsi d’acqua offre paesaggi rimasti incontaminati e ospita importanti monasteri che accolgono un milione di visitatori all’anno in aggiunta a strutture per agriturismo, per caccia e pesca. Anche chi investe nella costruzione di alberghi, ristoranti, aree di svago, centri servizi per automobilisti lungo le autostrade può contare su incentivi messi a disposizione dall’Amministrazione.

Fonte: Ministero degli Affari Esteri – Sistema Puglia, Internazionalizzazione – Redazione Sistema Puglia