Si inaugura mercoledi 8 Maggio, alle 17 a Castel del Monte (Andria), la prima edizione del Festival della Ruralità, organizzato dal Parco nazionale dell’Alta Murgia in collaborazione con Legambiente Onlus.

Il programma degli eventi prevede in apertura i saluti istituzionali di Salvatore Buonuomo (Sovrintendente ai beni culturali e architettonici), Nicola Giorgino (sindaco di Andria), Francesco Ventola (presidente della Provincia Bat), Francesco Schittulli (presidente Comunità del Parco), Michele Emiliano (sindaco di Bari e vicepresidente Anci), Giampiero Sammuri (presidente Federparchi), Vittorio Cogliati Dezza (presidente Legambiente) e Nichi Vendola (presidente della Regione Puglia). Ad introdurli il presidente del Parco nazionale dell’Alta Murgia Cesare Veronico.

A seguire, il momento clou della prima giornata del Festival: la lectio magistralis del professor Jean-Marie Martin (direttore di ricerca del Centre d’Histoire et Civilisation de Byzance) che verterà su “l’evoluzione storica della ruralità nel territorio europeo e in particolare nel Mediterraneo e nel Sud Italia“.

Concluderà la giornata il concerto di Alice Ricciardi Quartet.

Presenta l’evento Sabrina Merolla.

Il Presidente del Parco, Cesare Veronico ha così presentato l’evento: “La ruralità, in tutte le sue declinazioni, sarà protagonista di un evento unico nel suo genere e siamo orgogliosi di ospitare la prima edizione di un Festival che vuole avere, fin dalla sua nascita, respiro nazionale. La ruralità può rendere questo territorio protagonista di un modello economico nuovo, in grado di unire i saperi della tradizione e quelli dell’innovazione. In questi cinque giorni promuoveremo attività che valorizzeranno quello che avviene dentro le aziende agricole sotto tutti i suoi aspetti: dalla produzione all’ospitalità, dalla tutela dell’ambiente alla promozione della cultura locale”.

Il Festival della ruralità – commenta il presidente di Legambiente Puglia Francesco Tarantinivalorizza il concetto di parco inteso non solo come una risposta per proteggere paesaggi ed ecosistemi delicati e ricchi di biodiversità ma anche come strumento per creare sviluppo in agricoltura, beni culturali e turismo. L’agricoltura oggi è un importante alleato per le sfide ambientali e per lo sviluppo dell’economia verde. Con la nostra collaborazione vogliamo valorizzare il lavoro che il Parco dell’Alta Murgia svolge per il territorio”.

A causa della sensibilità del sito del Castel del Monte e delle raccomandazioni della Sovrintendenza per i Beni culturali ed architettonici, si comunica che la disponibilità dei posti è limitata e l’accesso all’evento è esclusivamente su invito.

Le prossime tappe del Festival sono: Cassano delle Murge 9 maggio (masseria Chinunno), Gravina in Puglia 10 maggio (azienda Posta Piano), Corato 11 maggio (Masseria Torre di Nebbia), Altamura 12 maggio (Madonna dell’Assunta).

Tutte le informazioni sono sul sito www.festivalruralita.parcoaltamurgia.it.

Ufficio Stampa Festival della Ruralità

 

Tags: , ,