di Vito Surico

Nicola Cutrignelli, con un fendente dalla destra, sigla la rete del momentaneo 3-2 a favore dell’Atletico Cassano (foto di Alessandro Caiati)

3-3. Palla al centro e si decide tutto nella partita di ritorno: l’Atletico Cassano, al termine di una grandissima prestazione, non va oltre il pareggio sul difficile campo del Sagittario Pratola nella finale di andata dei play off per la promozione in Serie A2.

Altissimi ritmi su un campo piccolissimo, con i pellicani che creano tanto, vanno in svantaggio in avvio di gara, trovano il gol del momentaneo pareggio ma chiudono la prima frazione di gioco sotto di una rete. Nella ripresa il pallino del gioco è sempre tra i piedi degli uomini di Pellecchia e Vitulli che riescono a ribaltare le sorti del match, ma una rete rocambolesca, a cinque minuti dal suono della sirena, regala il pareggio agli ospiti.

LA PARTITA

Pellecchia parte con Dibenedetto, Rodrigues Miani, Caio, Pina e capitan Rotondo. La prima occasione è sui piedi del centrale biancoceleste che incrocia dalla destra sfiorando il palo, stessa sorte, poco dopo, per un tiro di Pina sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il brasiliano mette poi in area per Rotondo che trova la pronta risposta di Filò che, poi, esce al limite chiudendo lo specchio della porta a Rodrigues Miani lanciato a rete dal capitano.

Si vedono i padroni di casa: Paludo vince un rimpallo con Pina e mette Goldoni solo davanti a Dibenedetto che allunga il piede e mette in angolo. Poco dopo, sempre sugli sviluppi di un corner, Raguso, complice una deviazione, porta in vantaggio i suoi.

Caio prova subito a rimettere le cose in pari, ma Filò respinge, come dall’altra parte Dibenedetto su un nuovo tentativo di Goldoni e poi sul tiro dalla distanza di Lancia.

Ci prova dalla distanza anche l’Atletico Cassano: Rodrigues Miani la manda sull’esterno della rete dalla destra. Garrote, invece, cerca Rotondo in area di rigore, Filò ci arriva con la mano, il pallone rimbalza su D’Ambrosio, ma Filò è reattivo e manda in angolo. Il gol dell’Atletico Cassano, però, è nell’aria: Pina, dalle retrovie, la mette in area, Filò sembra deciso nell’intervento ma il pallone gli sfugge e il portiere lo insegue fuori dall’area di rigore rinviando malamente. Palla a Rotondo che, a porta vuota, insacca.

I “pellicani” insistono: bella triangolazione tra Rotondo e Cutrignelli con quest’ultimo chiuso da Filò in uscita. Poi il capitano apre a destra per Rodrigues Miani, il brasiliano la mette sul secondo palo ma Cutrignelli è in ritardo di un soffio e non arriva sulla palla.

Ci pensa allora Raguso, in un nuovo break dei suoi: con un’azione personale porta nuovamente in vantaggio il Sagittario Pratola, complice, anche questa volta, una deviazione dei biancocelesti. Poco prima del suono della sirena Rotondo ci prova in acrobazia, con una splendida rovesciata, ma il pallone sfiora l’incrocio dei pali e si spegne sul fondo.

Un palo di Girardi apre la seconda frazione di gioco. Ma poi l’Atletico Cassano sale in cattedra lasciando le briciole ai padroni di casa: Caio vince un rimpallo al limite dell’area di rigore ma calcia al lato, Rotondo incrocia dalla destra ma i difensori abruzzesi deviano e mandano in laterale. Poi è Filò a negare la doppietta al capitano. Dibenedetto lancia lungo per Garofalo che, solo, si fa ipnotizzare dal portiere di casa che, poco dopo, respinge l’ennesimo tiro di Rotondo.

Ci pensa allora Cutrignelli: il numero 23 è scatenato e, in soli due minuti, completa la momentanea rimonta dei pellicani prima con una gran botta da posizione centrale, poi con un preciso e potente diagonale dalla destra. Dopo un tentativo di Manzalli, fermato da Filò, Cutrignelli vede infrangersi sulla traversa il colpo del 4-2.

Il sempre attento Dibenedetto, dall’altra parte, nega il gol a Raguso. Rotondo, in una metà campo, e Goldoni, nell’altra, incrociano dalla destra senza centrare lo specchio della porta e, a cinque minuti dalla fine della partita, un batti e ribatti in area con De Cillis e Pina che non spazzano la lunetta, favorisce il tap in di Goldoni che regala il pareggio ai suoi.

L’Atletico Cassano vuole la vittoria ma sbatte contro Filò nei minuti finali: prima con Caio, al termine di un’azione personale, poi con Rodrigues Miani in contropiede e infine con un potente tiro di Rotondo che costringe il portiere avversario alla presa plastica per mandare in angolo.

Finisce, così, con un pareggio che lascia aperto il discorso promozione. Ma l’Atletico Cassano è cosciente della propria prestazione: l’avversario messo alle corde per gran parte del match. È mancato solo il colpo del K.O.

Sabato prossimo, al PalAngelillo, sarà un’altra partita e i pellicani potranno contare sul calore e l’incitamento del pubblico di casa per tutti i 40 minuti al termine dei quali il sogno potrebbe finalmente diventare realtà.

LA VOCE DEI PROTAGONISTI

Nicola Cutrignelli, autore anche del gol 2-2: dopo aver sbilanciato un avversario, calcia da posizione centrale e batte il portiere del Sagittario Pratola (foto di Alessandro Caiati)

Un buon pareggio per l’Atletico Cassano, ma resta un po’ di rammarico per non aver fatto bottino pieno: «purtroppo quel campo è un flipper – commenta a caldo Nicola Cutrignelli – e noi siamo stati un po’ ingenui a tenere la palla nella nostra metà campo quando invece dovevamo spazzarla. Tuttavia non è un risultato negativo, per quanto mi riguarda solo una squadra oggi ha giocato a futsal e siamo stati noi, ma loro hanno concretizzato al massimo le occasioni avute. E quando è servito avevamo Dibenedetto che ha fatto grandi parate. Il loro portiere, dall’altra parte, ha parato parecchio. Il futsal è questo, ora c’è tutto il “secondo tempo” di questa doppia finale da giocare».

Nella prima metà della ripresa, Cutrignelli è stato protagonista assoluto della gara: due gol straordinari, una traversa (con la palla che rimbalza anche sul palo prima di tornare in campo) e tanta voglia di vincere la partita. «Ho fatto solo quello che mi hanno chiesto i mister. La mia prova è stata positiva: peccato per quella traversa perché sarebbe stato il 4-2 e forse avremmo chiuso la partita. Nel primo tempo, poi, ho avuto quella palla sul secondo palo, ma era troppo veloce e sono arrivato con un decimo di ritardo».

Sabato c’è il ritorno: «siamo a un passo dal traguardo – conclude Cutrignelli – dobbiamo metterci tutto il cuore e la grinta necessari all’ultimo sforzo della stagione. Giochiamo in casa nostra: dobbiamo essere dei leoni!».

SAGITTARIO PRATOLA – ATLETICO CASSANO 3-3 (pt 2-1)

SAGITTARIO PRATOLA: 2. Filò; 3. Goldoni; 4. Nieto; 5. D’Ambrosio; 7. Lancia; 8. Raguso; 9. Santacroce; 10. Santangelo (Cap.); 11. Di Gregorio; 14. Girardi; 18. Paludo; 20. Micale. Allenatore: Matteo Di Giustino

ATLETICO CASSANO: 1. Dibenedetto; 2. Rodrigues Miani; 5. Rotondo (Cap.); 6. De Cillis; 7. Caio; 8. Garofalo; 9. Petrosino; 10. Garrote; 11. Manzalli; 21. Pina; 23. Cutrignelli; 26 Pellecchia. Allenatore: Ezio Pellecchia

ARBITRI: Fabio Massicci di San Benedetto del Tronto, Sonny Vidali di Adria e Gabriele Gerardi di Pescara (cronometrista)

MARCATORI: 2’48’’ pt Raguso (SP) – 11’24’’ pt Rotondo (AC) – 15’21’’ pt Raguso (SP) – 5’50’’ st Cutrignelli (AC) – 7’38’’ st Cutrignelli (AC) – 15’03’’ st Goldoni (SP)

AMMONITI: 6’11’’ pt Paludo (SP) per gioco scorretto – 15’46’’ pt Santangelo (SP) per gioco scorretto

 

Tags: , , , ,