di Anita Malagrinò Mustica

le insegnanti polacche Julita Skrzyniarz e Renata Przepiòra con la dirigente scolastica dell’IISS Leonardo da Vinci dott.ssa Daniela Caponio

Nell’ambito del progetto KA2 Strategic Partnerships for Schools Only 2016 – 2018, l’IISS “Leonardo da Vinci” di Cassano delle Murge ha scelto di ospitare studenti e insegnanti ungheresi dal 18 al 25 marzo 2018. Il progetto ha l’obiettivo di stimolare gli studenti e avvicinarli allo studio delle materie scientifiche, attraverso uno scambio culturale motivante, capace di valorizzare le eccellenze e promuovere un interessante dialogo tra metodi pedagogici e didattici differenti. Inoltre, l’esperienza rappresenta, per i ragazzi pugliesi, un’importante occasione di potenziamento linguistico. Gli studenti ungheresi, poi, che verranno ospitati dagli alunni del liceo cassanese, avranno l’opportunità di conoscere la splendida regione pugliese, alternando al divertimento, però, anche ore di attività estremamente formative, incentrate sullo studio della lingua inglese e gestite dalla prof.ssa Barberio (responsabile e organizzatrice del progetto), dalla prof.ssa D’Ottavio, dalla prof.ssa Savino e dalla prof.ssa Francone. Inoltre, sono previste lezioni di scienze, tenute dal prof. Racano, dal prof. Bracciodieta e dal prof. Milella. La prof.ssa Loconsole terrà lezioni di fisica e matematica, coniugando la spiegazione teorica con esperimenti semplici e divertenti. Gli ospiti saranno impegnati in visite guidate volte a promuovere le bellezze naturali, artistiche e culturali del nostro territorio.

Inoltre, nell’ambito del progetto Erasmus+, due docenti polacche, Julita Skrzyniarz e Renata Przepiòra, sono state ospiti del liceo dal 12 al 16 marzo. «Julita e Renata», afferma la prof.ssa Loconsole, «hanno assistito ad alcuni esperimenti gestiti dalle classi terze e quarte del Liceo Classico Platone. Sono state mostrate, infatti, esperienze presentate in occasione di Cassano Scienza 2017 e programmate per l’edizione del 2018. Le professoresse sono rimaste autenticamente impressionate dall’impegno dei ragazzi, dimostrando grande interesse per la fisica che, hanno affermato, grazie a questa esperienza, ameranno di più».

Anche gli alunni si sono dimostrati entusiasti. «È stata un’esperienza istruttiva ed interessante. A mio parere, questi scambi culturali dovrebbero essere più frequenti, poiché aiutano noi studenti ad assimilare la ricchezza europea e mondiale», queste le parole di Giuseppe Nicassio (3ª AP).

Di seguito riportate, invece, le opinioni di Elena Raimondi (3ª AP) e Francesca Ricciato (4ª AP): «Grazie alla mattinata passata in compagnia delle due professoresse polacche, ho conosciuto una nuova cultura e un nuovo sistema scolastico. Ho potuto vivere un’esperienza all’insegna della conoscenza, della fisica e non solo. È stato piacevole poter mostrare esperimenti a docenti di altre discipline e culture diverse! Consiglio vivamente questa esperienza e mi auguro venga riproposta presto!».

«La nostra scuola ci consente di vivere un’esperienza straordinaria, promuovendo un progetto grazie al quale, insegnanti o studenti di diverse nazioni, vengono ospitatati nel nostro istituto. Le due professoresse polacche, Julita e Renata, hanno condiviso con noi le loro esperienze, parlandoci delle loro tradizioni, dei loro costumi, della loro cultura e della loro lingua. È stato interessante anche confrontare l’organizzazione dei rispettivi ambienti scolastici e le molteplici modalità di insegnamento dei rispettivi paesi di appartenenza».

 

Tags: , , ,