Una giornata «dedicata alla pulizia della contrada Grippoli-Battista», oggi, sabato 19 maggio 2018, organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con le Associazioni Ambientali operanti sul territorio che, secondo le intenzioni dichiarate dall’assessore Briano «oltre ad avere l’obiettivo di pulire la zona oggetto di abbandono di rifiuti, si prefigge di sensibilizzare i cittadini sul tema del rispetto dell’ambiente anche attraverso un momento di ripristino di zone deturpate dall’inciviltà umana».

Un lavoro di bonifica del sito, quello effettuato, che ha dimostrato ancora una volta, purtroppo, che il senso civico e il dovere di conferire i rifiuti secondo le regole presso le apposite strutture per alcuni rimane ancora un optional, e che anche lo spauracchio delle sanzioni non è un deterrente sufficiente a scoraggiare gli incivili del rifiuto.

Dopo il tavolo tecnico che aveva coinvolto diverse associazioni locali per la pianificazione dell’intervento, questa mattina alle operazioni di bonifica hanno partecipato solamente i volontari di Legambiente e quelli del CEA Solinio che con l’assessore Briano e l’assessora D’Ambrosio si sono ritrovati in quel luogo ed hanno rinvenuto di tutto e di più, in quantità notevoli: dai copertoni d’auto alle sedie, dagli elettrodomestici alle buste in plastica contenenti di tutto, dalle lattine in plastica ai secchi dell’idropittura, dalle bottiglie di birra alle cassette di plastica, e chi più ne ha, più ne metta. Un bottino ingente che è stato differenziato, stoccato e ritirato dagli operatori della Murgia Servizi Ecologici, che hanno così “liberato” quel luogo dagli indesiderati e inopportuni “rifiuti”.

E duole anche annotare che l’invito che l’assessore aveva rivolto a «tutti i cittadini che hanno a cuore la salvaguardia dell’Ambiente» è praticamente caduto nel vuoto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Tags: , , ,