Sulle note di “Qui non arrivano gli angeli” di Vasco Rossi, s’è aperta questa mattina, sabato 1 giugno, la giornata dedicata alla sicurezza stradale realizzata dal Comune di Cassano in collaborazione con il Liceo Leonardo Platone, i Vigili del Fuoco di Bari, i volontari del 118, l’associazione Pubblica Assistenza di Cassano, l’associazione Emervol di Toritto e la Maxima Soccorso Onlus.

La manifestazione, non a caso denominata “Gli angeli della strada”, ha voluto sensibilizzare e responsabilizzare gli studenti del liceo cassanese alle tragedie che troppo spesso coinvolgono giovani automobilisti.

Un piccolo cortometraggio, realizzato dagli studenti del liceo, ha introdotto gli interventi istituzionali del sindaco Di Medio e dell’assessore Sapienza che hanno ricordato i nomi delle giovani vittime della strada nel nostro paese, ed hanno incoraggiato a dare valore alla vita attraverso una guida sicura, senza necessariamente dover rinunciare al divertimento.

Un’esortazione che ha trovato la sua migliore espressione nell’elaborato grafico di due studenti della V B (Giorgio Spani e Giovanni Pichichero), che sono stati premiati con una targa per la realizzazione della locandina dedicata alla giornata. All’arte digitale s’è affiancata l’arte pittorica, con il dipinto realizzato dall’artista cassanese Massimo Nardi donato al liceo.

Fiera dei ‘propri ragazzi’, la preside Tina Gesmundo ha rimarcato il dovere, come genitore e come docente, di lasciare ai giovani la libertà di poter scegliere per portarli ad ottenere una piena responsabilità delle proprie azioni. Tali capacità hanno modo di svilupparsi solo in un clima che favorisca la presa di coscienza della propria identità, dell’appartenenza alla propria scuola ed al proprio paese.

È toccato al comandante della Polizia Municipale di Cassano, Luigi De Benedictis, ricordare le norme che la legge sancisce in materia di incidenti e dei rischi in cui si incorre facendo uso di alcol o sostanze stupefacenti, senza dimenticare gli effetti che l’assenza di sonno può provocare sulla percezione del pericolo in chi è al volante.

All’esperienza ‘sul campo’ del comandante si è affiancata quella della dottoressa Loredana Caporusso, membro della SIPEM (Società Italiana di Psicologia di Emergenza) il cui difficile compito sta nel sostenere psicologicamente le vittime, e troppo spesso i familiari delle vittime, coinvolti in incidenti, catastrofi naturali e, laddove ci sia bisogno, di aiutare chi deve ‘cercare di andare avanti’.

Prima di lasciare spazio alla simulazione dell’incidente, organizzata nel cortile del liceo, il caposquadra, Umberto Ricciato, e il funzionario tecnico, Marcello Deon, del comando dei Vigili del Fuoco di Bari, hanno portato la testimonianza di coloro che per primi giungono sul luogo dell’impatto e che devono lottare per far valere la ragione sul cuore affinché si riescano a salvare più vite possibili.

Al termine del convegno i ragazzi hanno assistito alla simulazione realizzata dall’associazione Pubblica Assistenza di Cassano delle Murge in collaborazione con i Vigili del Fuoco, la Polizia Municipale, la Pubblica Assistenza Emervol di Toritto e l’associazione Maxima Soccorso.

Nel corso della simulazione, i volontari hanno estratto i ‘feriti’ dalle auto accartocciate e distrutte nell’incidente dovuto alla distrazione di un autista impegnato a parlare al telefono: hanno fornito le prime cure ai feriti per poi trasferirli, con i mezzi di soccorso, nei vicini ospedali.

Prima della simulazione, in memoria delle vittime della strada, gli alunni del liceo hanno lasciato volare dei palloncini bianchi.

Annarita Mastroserio

 

Tags: , , , , , , , , ,