dai gruppi di minoranza in Consiglio Comunale (PrimaVera Cassano, SìAMO Cassano, Più Cassano)

i consiglieri di minoranza durante un Consiglio Comunale (foto d’archivio)

Per questa maggioranza siamo quelli che danno fastidio, che fanno aumentare i costi perché si spende in energia elettrica se i lavori del Consiglio si protraggono oltre le loro aspettative, se denunciamo politicamente il loro dormire, se con un comizio mettiamo a nudo la loro nullità e se con i nostri manifesti siamo ironici.

Ma riflettiamo cosa sarebbe successo per Cassano senza l’incisività dell’azione politica delle minoranze?

Sarà l’avvicinarsi della Festa Patronale, sarà stato il nostro pungolo, ma qualche sia pur timido intervento di cura del paese si sta intravedendo.

Quanto, però, abbiamo dovuto sudare per allertarli sulla manutenzione delle strade, sulla tenuta del verde pubblico, sull’igiene e i decoro urbano, sui rifiuti, sul rispetto al monumento dei caduti, sul cimitero, sull’edilizia scolastica, sull’Info-Point IAT, sul coinvolgimento delle associazioni e delle imprese cassanesi, sulla cura del patrimonio pubblico in primis Casa Bianca e così via?

Non è che abbiamo ottenuto granché ma, vi assicuriamo, non è facile. Il loro più che un dormire, è un letargo.

Tranne quando devono privilegiare associazioni forestiere a discapito delle nostre.

Quello della disparità di trattamento tra nostre Associazioni alle quali dicono che non c’è un euro in cassa e poi sono accusate di proporre “4 canzoncine e 4 fesserie” e le forestiere per le quali ci sono migliaia di euro (ovviamente esaltate dal nostro Sindaco come più capaci) è un argomento su cui torneremo!

Per ora godiamoci la nostra Festa Grande ed è l’augurio che rivolgiamo nella speranza che questo timido tentativo di miglioramento del nostro paese non sia dovuto all’occasione che il 2 agosto ci offre.

 

Tags: , , , , ,