Domani sera, martedì 25 giugno, il Comitato Cittadino “Lamafutura” incontrerà i cassanesi in piazza Aldo Moro a partire dalle 19.00 “perché ogni cittadino possa essere informato correttamente ed essere partecipe e determinante per il proprio futuro, per l’immediata sospensione della esecuzione delle opere e la revisione complessiva del Progetto Lame”.

L’incontro pubblico “contro l’ecomostro e l’abbattimento delle querce secolari”, spiegano dal Comitato, servirà a svegliare le coscienze su “un progetto che prevede la costruzione di due vasche di raccolta delle acque piovane, e la realizzazione di un canale a cielo aperto su via Costone di Bruno che prevede l’abbattimento di una serie di querce secolari fra la più antiche e imponenti del territorio”. Il progetto, continuano, “non risolve il problema del deflusso dell’acqua (risolvibile con altre soluzioni più economiche e sicure)”, “avrebbe un forte impatto ambientale cementificando buona parte delle nostre colline e in più, queste obbrobriose ‘dighe’ potrebbero creare un potenziale grande rischio proprio per l’abitato”.

È indispensabile la mobilitazione della popolazione di Cassano per fermare questo ulteriore scempio del nostro territorio”, pertanto il Comitato Cittadino ‘Lamafutura’ ha organizzato, mercoledì 3 luglio, il concerto “Musica sotto le Querce” presso il parcheggio del pub Pecora Nera, su via Colamonico, perché “in molti posti un albero, una quercia di 300 anni viene considerata un monumento custode importante e silente. Una cosa viva che è stata testimone di storie, sensazioni, stagioni, sofferenze e gioie. Amori, guerre, grandi soprusi e piccoli gesti di bontà. Un compagno, un padre, una madre che ha visto crescere bimbi, farsi uomini, avere amori, crescere nuove speranze e invecchiare lasciando il tempo a nuove storie. Da noi, no. A Cassano una serie di querce centenarie sono un ingombro. Una serie di birilli da spazzare via con la falce della speculazione mascherata da interesse comune. Un progetto inutile, costoso e pericoloso per l’intera cittadinanza“. Il concerto, gratuito, sarà occasione per raccogliere fondi per il ricorso al TAR.

È stata avviata, intanto, anche una petizione online “Salviamo Cassano Murge” nella quale i membri del comitato chiedono aiuto “per raccogliere firme contro un progetto in fase esecutiva che stravolgerà l’ambiente delle colline di Cassano Murge. (…) Il progetto (…) sarebbe realizzato «per proteggere Cassano da eventuali alluvioni» ma questo è falso in quanto non risolve il problema del deflusso dell’acqua ed innesca un potenziale rischio per tutto l’abitato in caso di smottamento o rottura delle vasche che prevedono solo l’accumulo dell’acqua e non il suo defluire. Quest’opera deve essere fermata ed il finanziamento di alcuni milioni di euro previsto per essa deve essere stornato su altre più importanti iniziative a favore dell’ambiente, quali il rimboschimento, l’incentivazione di colture biologiche e la lotta all’abusivismo edilizio nella Murgia“.

 

Tags: , , , ,