Si terrà domenica prossima, 8 aprile, la “prima” de “Il sogno più bello”, la nuova commedia brillante in due atti scritta e diretta da Vittorio Francesco Ariano per il gruppo teatrale “In cerca di…”.

Nel mese dedicato all’autismo, il gruppo di “attori in erba” della compagnia teatrale “In cerca di…” guidato da Vittorio Francesco Ariano, il volontario del gruppo donatori di sangue Fratres “Santa Maria Assunta” e scrittore ed interprete di opere teatrali per tutta la famiglia, questa volta mette in scena, per l’undicesima volta consecutiva, l’opera teatrale in due atti: “Il sogno più bello”.

È la divertente storia di un ragazzo affetto da questa sindrome ancora troppo sconosciuta che risolve un enigma legato alla sparizione di una bambina ed a sua madre che mai ha perduto la speranza di ritrovarla.

Anche questa volta al di là della piéce che diverte e al contempo dona messaggi positivi di speranza, fratellanza, amicizia e fiducia nel prossimo e in Dio, emergono l’entusiasmo dei ragazzi e la voglia di qualcosa di bello da fare insieme nei pochi spazi ancora presenti a Cassano dedicati ai giovani.

Loro, uniti dall’amicizia, dall’amore per il teatro e dalla semplicità di raccontare al pubblico la disabilità daranno spettacolo sul palco dell’oratorio “Santa Maria Assunta” con ingresso gratuito alle 20 domenica 8 aprile. Si replica domenica 22 aprile.

Perché raccontare questa volta anche di autismo? «Semplice, a volte siamo soliti sottovalutare le persone. Personalmente nella parrocchia di Carbonara insieme al sacerdote, avevamo organizzato una scena rappresentante la passione di Cristo. Questa esperienza abbiamo voluto condividerla con chi è ritenuto “diverso da noi”, – sottolinea il volontario Fratres del gruppo cassanese “Santa Maria Assunta”, Ariano – sono sorprendenti le potenzialità di questi ragazzi: ho capito – aggiunge – che la disabilità non è un limite, ma un valore perché i ragazzi hanno realizzato qualcosa di magnifico. È stata l’ennesima dimostrazione che troppo spesso ognuno di noi si trincera in convinzioni, che a volte, possono essere fuorvianti».

Perché la Fratres contribuisce al progetto teatrale? «Condividere l’esperienza del teatro vuol dire vivere esperienze di sana crescita, valorizzando le diversità di ognuno e al contempo offrire alla nostra Comunità un gioioso mezzo di comunicazione», afferma il presidente del gruppo Fratres locale, Enzo Marsico.

Raccontare di volontariato e disabilità, sarà certamente questa volta molto divertente. Parola dei ragazzi “In cerca di…”.

Ne “Il sogno più bello” andranno in scena Mariateresa Campanale nel ruolo della Contessa Serena, Gabriele Giannullo in quello del Conte Luigi, Isabel Guglielmo interpreterà la Baronessa Felicia dell’Agnon, Eva Favatà sarà Elena, Libiana Tedesco vestirà i panni di Betta l’Architetta, Anna Favatà quelli di Beatrice l’Arredatrice, Alessia Giannullo sarà Mary, Giovanni Caricato interpreterà Marcuccio e l’ideatore Vittorio Francesco Ariano sarà Giorgio.

Il ruolo di suggeritore sarà di Giuseppe Carrasso, mentre la serata verrà introdotta dalla giornalista Francesca Marsico.

 

Tags: , ,