“Entro il 30 settembre contiamo di inviare a Bruxelles la bozza dell’accordo di partenariato con le amministrazioni centrali e regionali interessate, le categorie economiche, che conterrà l’ipotesi di impiego dei Fondi strutturali del nuovo ciclo 2014 – 2020 su alcuni obiettivi strategici”.

Lo ha detto il Ministro per la Coesione territoriale Carlo Trigilia in un’intervista che verrà pubblicata domani sul quotidiano economico tedesco Handelsblatt sulle strategie de Governo italiano per l’uso delle risorse europee che verranno assegnate all’Italia.

A una domanda della giornalista sull’Agenzia per la Coesione territoriale appena varata dal Consiglio dei Ministri, Trigilia ha spiegato che “si tratta di una struttura di servizio che ha il compito di attuare un monitoraggio continuo e sistematico sull’uso dei fondi per intervenire tempestivamente laddove emergono problemi, di fornire formazione e assistenza a tutte le istituzioni centrali e regionali coinvolte, di sostituirsi ad esse come unica autorità di gestione, in casi ben definiti e a fronte di una situazione di gravi inadempienze o ritardi”.

Sulle prospettive future del Governo, Trigilia ha affermato che “esso si muove in una situazione molto difficile sia per lo stato della finanza pubblica, sia per la complessità del quadro politico, ma ci sono le condizioni per andare avanti portando benefici al Paese”.

Si tratta – ha proseguito – “di un governo di servizio che sta cercando di dare risposte concrete ai problemi con provvedimenti che, considerati singolarmente, appaiono limitati, ma che tutti insieme mostrano già un impatto significativo per il sostegno alla ripresa”.

Fonte: Ministro per la Coesione Territoriale – Economia, Sistema Puglia, Pubblica Amministrazione, Sportello Europa, Territorio – Redazione Sistema Puglia