di Annarita Mastroserio

(foto di Annarita Mastroserio)

(foto di Annarita Mastroserio)

Fiori, piante e… libri, questi i protagonisti della neonata Eco-Biblioteca di Cassano che ieri, sabato 6 giugno, è stata inaugurata nella Biblioteca Civica “Miani-Perotti”.

A promuovere l’evento, ideato dalla responsabile della Biblioteca la dottoressa Maria Livrieri, il Circolo Legambiente di Cassano patrocinato dall’amministrazione comunale.

La manifestazione è iniziata sin dal mattino con l’allestimento lungo via Maggior Turitto di esposizioni floreali realizzate grazie alla collaborazione di fiorai e vivai del nostro paese.

Intorno alle ore 11, nella saletta della pinacoteca, si è tenuta la presentazione dell’Eco-Biblioteca. La dottoressa Livrieri ha accolto i presenti ricordando la necessità di ripristinare il filo rosso tra uomo e natura che nel tempo abbiamo perso ma che, come affermato dalla stessa, «grazie al coinvolgimento dei bambini cerchiamo di ristabilire». «Anche curando una pianta», ha proseguito la Livrieri, «possiamo contribuire a sviluppare il senso di responsabilità, fiducia e sopportazione della frustrazione qualora la pianta non dovesse crescere».

Il sindaco Lionetti, intervenuto subito dopo, ha tenuto a raccontare il piacere di essere stato più volte fermato per strada dai cittadini che si sono complimentati per la manifestazione. Un successo che ha convinto il sindaco a protrarre l’esposizione floreale anche al giorno successivo perché, come affermato da Lionetti, «la bellezza richiama la bellezza». Il sindaco, concorde con l’intervento della Livrieri, ha voluto sottolineare la necessità di abituare i cittadini a curare la strada quanto si cura la propria casa. E così ha proseguito: «ricordo ancora quando, da bambino, nel centro storico ognuno lavava la parte di strada antistante la propria abitazione, così facendo tutto il centro del paese era pulito. Ora purtroppo con lo svuotamento del centro storico assistiamo all’abbandono anche delle strade, oltre che delle case», ed è per questo che Lionetti si rivolge ancora ai bambini, e agli adulti che devono educarli al rispetto dell’ambiente e della natura con un «ad maiora!».

L’assessore alla cultura Maria De Grandi ha affermato di aver sostenuto sin da subito, affiancata dal consenso dell’intera amministrazione, l’iniziativa di Legambiente che contribuirà certamente a fare della nostra biblioteca un luogo ancor più fruibile per tutte le fasce d’età.

Spazio quindi al presidente del Circolo Legambiente Cassano, Pasquale Molinari, che si è detto felice di presentare questa iniziativa che, ancora una volta, «porta il segno del coinvolgimento dei giovani del nostro paese, a cominciare dai membri del circolo, sino ai ragazzi degli istituti “Perotti-Ruffo” e del Liceo “Leonardo-Platone” che stanno presentando progetti di gestione dei rifiuti, in particolare i pneumatici». Molinari ha affermato che l’Eco-Biblioteca sarà una vetrina a disposizione di tutti coloro che vorranno contribuire cedendo i propri libri ma anche prendendoli liberamente. L’iniziativa della “Little free library”, ha spiegato Molinari, nasce negli Stati Uniti ed è giunta in Europa e sino a Cassano e rappresenta la giusta conclusione di una serie di percorsi didattici, escursionistici cui Legambiente ha contribuito.

Infine la parola al dottor Waldemaro Morgese, presidente della sezione Puglia dell’Associazione Italiana Biblioteche, che ha confermato il primato in Puglia della Eco-Bilioteca cassanese, ha messo in risalto la sinergia tra amministrazione, cittadini e biblioteche. «Una sinergia che ha trasformato la biblioteca da “luogo di cultura” a “luogo sociale” che ha come scopo il miglioramento della società».

A concludere l’evento la consegna degli attestati ai partecipanti, in occasione della quale, Vicky Gravinese, vice presidente di Legambiente Cassano, ha brevemente citato i laboratori che avranno luogo a Cassano e che si rivolgeranno ai piccoli cassanesi (riciclo creativo, visione di film a tema, l’orto in rete…).

 

Tags: , , , ,