di Lorena Liberatore

In conseguenza delle elezioni del 4 marzo che sembravano, e in qualche modo ancora sembrano, non finire mai, qualcuno in questi giorni dirà: ecco Cassano in Movimento (gruppo locale che si ispira al “Movimento Cinque Stelle”) che cavalca l’onda e propone l’evento del 3 aprile, l’inaugurazione dello sportello Fondi Europei e Microcredito.

E invece no. Chi ha buona memoria sa che se ne parlava già nella campagna elettorale per le comunali.

Tutto si può dire tranne che i ‘grillini’ cassanesi non mantengano le promesse. Ne è testimone proprio questo doppio evento che vedrà Rosa D’Amato, Europarlamentare M5S, in un momento di formazione e, infine, un incontro pubblico rivolto ai cittadini.

«A pochi mesi dall’apertura del primo, si espande la rete di “Antenne” locali, cioè di attivisti interessati a svolgere un ruolo di mediazione tra la richiesta di realizzazione di progetti e le opportunità europee per realizzarli», scrive la stessa Rosa D’Amato nella sua bacheca Facebook. Un’ottima occasione, quindi, per provare a cambiare il proprio futuro.

I più delusi dalla politica e dalle attuali condizioni in cui versa lo Stato italiano penseranno che tanto è il solito fumo negli occhi, che sperare e tentare sono due azioni ormai troppo costose, tanto vale non illudersi. Ma non dimentichiamo che molti hanno aperto un’attività grazie al Microcredito, e poi, in questo caso potrebbero essere convincenti alcune parole di Marco Travaglio (benché non direttamente afferenti).

Infatti, agli scettici offro come riflessione quello che ha recentemente affermato il noto giornalista, saggista, e direttore de Il Fatto Quotidiano rispondendo alla domanda “Per chi ha votato?”: «Ho votato per il Movimento 5 Stelle perché pensavo si dovesse mettere alla prova un movimento che è stato tenuto a ‘bagnomaria’ per troppo tempo. Non credo che sia salutare per una democrazia tenere in freezer chi alla prima botta prende il 25% dei voti e alla seconda prende oltre il 32% dei voti. Bisogna sciogliere questo nodo una volta per tutte». È giusto dare quindi, a questa tornata, potere anche a chi, pur facendo da anni attivamente parte della nostra vita politica, non ha ancora avuto ruolo di protagonista nel gioco delle parti.

Inoltre, il 24 marzo ha ormai già segnato una tappa importante nella storia del Movimento, il deputato Roberto Fico del M5S eletto presidente della Camera con 422 voti. Qualcuno sui social network afferma che con questa data si è “fatta la storia”. Riflessione abbastanza veritiera se si considerano i 422 su 620 voti!

Tutti eventi, quelli citati, che arricchiscono la fama dei 5 Stelle a livello Nazionale (e di tutti i gruppi locali a loro ispirati) i quali, e ne hanno tutte le ragioni, cavalcheranno l’onda godendosi i meritati frutti. A cagione di ex votanti del PD e non solo, aumenteranno i ‘grillini’ in tutta Italia e il fenomeno tanto ostracizzato avrà una portata d’azione ancora più ampia.

Infine, inutile ora continuare a discutere di politica e attaccare su internet chi appartiene a schieramenti diversi (come puntualmente accade sotto votazioni), infatti, non dimentichiamo che siamo tutti cittadini e al di là di schieramenti, esiti, rivendicazioni, scelte e speranze, abbiamo un unico grande potere, che forse non conosciamo ancora del tutto: uniti siamo molto più forti.

Intanto, i cittadini cassanesi possono cogliere l’occasione per partecipare all’evento del 3 aprile, ed essere presenti attivamente a qualcosa di nuovo. Chi non cambierà idea (alla luce di queste elezioni, oramai una minoranza), nella peggiore delle ipotesi, potrà pur sempre dire “Io c’ero!”.

 

Tags: , , , , ,