di Vito Surico

la presidente della seconda commissione consiliare permanente Francesca Marsico e l’assessore alla rigenerazione urbana Michele Campanale presentano la proposta di candidatura del Comune di Cassano delle Murge all'”Avviso pubblico per la realizzazione di infrastrutture verdi”

Scadono venerdì prossimo, 8 giugno, i termini per partecipare all’“Avviso pubblico per la realizzazione di infrastrutture verdi” emanato dalla Regione Puglia nell’ambito del “Patto città campagna” del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale (PPTR).

Obiettivo degli interventi previsti dall’Avviso è quello di riqualificare gli spazi aperti urbani e periurbani connettendoli tra loro ed elevando la qualità ambientale ed ecologica delle aree pubbliche periferiche, migliorando così la transizione tra il paesaggio urbano e quello della campagna aperta, favorendo anche lo sviluppo sociale, culturale ed economico in funzione del turismo sostenibile.

Il Comune di Cassano delle Murge intende partecipare al bando e, come previsto dallo stesso, ha avviato, seppure con moltissimo ritardo, un tentativo di percorso partecipato per coinvolgere i cittadini nelle scelte attuate dall’Amministrazione: si è tenuto ieri, infatti, un incontro nella Biblioteca Comunale durante il quale l’assessore alla rigenerazione urbana Michele Campanale e la presidente della seconda commissione consiliare permanente Francesca Marsico hanno illustrato all’unico presente, il presidente di Legambiente Cassano delle Murge Pasquale Molinari, la proposta progettuale del Comune.

L’obiettivo, ha spiegato l’assessore Campanale, è quello di realizzare infrastrutture che vadano a inserirsi nelle progettualità già esistenti (SISUS) sfruttando quelle che sono le peculiarità naturalistiche del nostro territorio (Foresta Mercadante e Parco Nazionale dell’Alta Murgia). L’Amministrazione Comunale ha dunque pensato di valorizzare l’area antistante la “cava piccola”, sfruttando le ciclovie del canale dell’Acquedotto Pugliese per collegare la zona extraurbana al Convento e a Fra Diavolo, sistemando così la pista ciclabile e piazzale De Consolibus che, nelle intenzioni dell’Amministrazione, dovrebbe diventare un’area di scambio e bike sharing.

Tra le idee che vanno a completare la proposta progettuale che, ha aggiunto Campanale, è ancora in fase preliminare, c’è quella di realizzare aree ludiche nei pressi delle cave: non solo parchi giochi, ma attività che siano in grado di attirare anche un certo tipo di turismo e che portino alla valorizzazione e alla fruibilità di quelle aree. A tal proposito, verrà potenziata anche l’illuminazione.

La consigliera Marsico, poi, ha aggiunto che l’Amministrazione pensa anche alla creazione di giardini sensoriali per coinvolgere le famiglie in esperienze diverse: «è un’idea in cui crediamo fortemente e che renderebbe Cassano la vera perla verde delle Murge. Non vogliamo attuare interventi a se stanti ma perfettamente integrati e che consentano la fruibilità delle aree verdi del nostro paese».

Il presidente di Legambiente, Molinari, ha proposto che nel progetto venga inserita l’istituzione di un’area per lo sgambamento cani nella zona delle cave, già frequentata in tal senso da molti cassanesi, ma l’area dovrà essere adeguatamente illuminata e resa fruibile.

 

Tags: , , , ,