di Vito Surico

Vincenzo "Confusione", Dario Morgese e Valentina Pellegrino (foto di Annarita Mastroserio)

Vincenzo “Confusione”, Dario Morgese e Valentina Pellegrino (foto di Annarita Mastroserio)

Ad un anno esatto da “Vespa sotto le stelle” del 7 luglio 2013, quando Nicola l’Impennatore infiammò piazza Moro con le sue acrobazie sulla storica due ruote, il Vespa Club Cassano delle Murge torna in piazza con un altro evento che nello scorso weekend ha coinvolto l’intero paese: il primo raduno nazionale “Vespa in Confusione”.

La manifestazione ha preso il via sabato 5 luglio, in piazza Moro, con “Non solo Papy Ultras… aspettando il Raduno”: dalle 21, tra stand gastronomici ed espositivi (tra i quali era presente quello della Federazione Motociclistica Italiana e del VespaClub d’Italia, due enti dei quali fa parte anche il VespaClub di Cassano), i vespisti hanno cominciato a radunarsi nel centro cittadino per assistere allo spettacolo di Pino Campagna, noto comico pugliese, il primo a rappresentare la nostra Regione alla trasmissione televisiva Zelig.

La serata è stata introdotta da Veronica Pellegrino, conduttrice di Radionorba, che ha accolto sul palco Vincenzo “Confusione” Paciolla (dal simpatico e coinvolgente Vincenzo prende il nome l’intera manifestazione) giunto in piazza sulla sua Vespa “Confusione” a pois.

Veronica Pellegrino e Vincenzo “Confusione” hanno ripercorso, in breve, la storia del VespaClub Cassano delle Murge, nato nel 2010 grazie alla passione di un gruppo di amici amanti delle vespe e che ha portato nel nostro paese tantissime persone grazie a questi eventi: ultimo, ma solo in ordine di tempo, il raduno “Vespa in Confusione” che è stato inserito nel calendario turistico del Vespa Club d’Italia ed è valido per la classifica del Campionato Turistico Italiano.

«Con i nostri eventi vogliamo promuovere il nostro paese ma anche la passione per la Vespa», ha affermato Vincenzo “Confusione”. «Vogliamo riempire la piazza e far crescere Cassano», gli ha fatto eco il presidente del VespaClub cassanese, Dario Morgese, che ha poi ringraziato chi ha partecipato alla manifestazione ma anche chi ha consentito che la stessa andasse a buon fine: dagli amici del VespaClub Cassano alle donne dell’associazione che «con pazienza ci hanno sopportato in questi giorni», ha concluso Morgese.

l'intervento dell'assessore Miriam De Grandi (foto di Annarita Mastroserio)

l’intervento dell’assessore Miriam De Grandi (foto di Annarita Mastroserio)

Spazio, dunque, alle istituzioni, con l’intervento dell’assessore alla cultura, Miriam De Grandi che ha sottolineato come «con orgoglio l’amministrazione comunale ha voluto patrocinare questo evento che è un’occasione unica di promozione del territorio visto che al Raduno è prevista la partecipazione di circa 500 vespisti provenienti da tutta Italia». Dell’importanza dell’attività di questi Club hanno parlato il sindaco Vito Lionetti ed il suo vice Davide Del Re: la Vespa rappresenta un simbolo di italianità, del boom economico degli anni ’60, un impulso per l’economia nazionale.

«Onorato di ospitare questo evento» si è detto anche il consigliere comunale Alessandro Greco che ha preceduto il saluto della presidente della Pro Loco “La Murgianella”, Nicla Norciano, che ha ringraziato per la collaborazione anche il gruppo C.aP. Onlus.

Prima di entrare nel vivo dello spettacolo cabarettistico di Pino Campagna, sono stati estratti i premi della lottoria: il 1° premio è andato al possessore del biglietto n. 0030 che ha vinto un soggiorno a Bolzano con visita alla fabbrica della birra Forst, main sponsor dell’evento; 2° premio per il biglietto n. 00856 (buono da 30,00 € presso il Kloster Pub); 3° premio per il n. 00117 (15 giri di pista presso il Kartodromo della Murgia). Insieme ai tre premi principali sono stati estratti anche altri 11 premi offerti dai vari sponsor della manifestazione: i numeri dei biglietti vincenti saranno pubblicati sulla pagina Facebook del VespaClub Cassano delle Murge ed esposti presso la sede dell’associazione in piazza Moro.

Pino Campagna, alias Papy Ultras (foto di Annarita Mastroserio)

Pino Campagna, alias Papy Ultras (foto di Annarita Mastroserio)

E finalmente “Papy Ultras” è salito sul palco con il suo ricco repertorio che lo ha reso famoso in questi anni: dalla bellezza del Sud all’orgoglio di essere pugliesi, dai ‘vizi digitali’ dei più giovani alla mania di parlare per slogan ai quali la spontaneità delle persone del Sud trova sempre la risposta giusta. Per oltre un’ora Pino Campagna ha fatto ridere e divertire una piazza Moro gremita di persone coinvolte nello spettacolo con i gingles di Papy Ultras.

Domenica mattina, infine, si è entrati nel vivo del Raduno con l’accoglienza dei vari VespaClub in piazza Garibaldi. Molti i partecipanti provenienti da tutta la Puglia ma anche da altre regioni d’Italia: dalla vicina Acquaviva a Casale Monferrato (AL), dalla Città Bianca, Oria, a Salerno, e poi da Taranto, Canosa, Corato, Palo del Colle, Trinitapoli, Ruvo, Ostuni, Monopoli, Bari, Crispiano, Martina Franca, San Vito dei Normanni, Turi, Cerignola, Sannicandro di Bari, Conversano, Bitritto, Santo Spirito, Palese, Castellaneta…

La manifestazione, quindi, si è conclusa con la sfilata delle Vespe (coloratissime e di tutti i tipi) per le vie del paese e con il pranzo alla Foresta Mercadante.

 

Tags: , , , , , ,