I servizi pubblici per l’impiego degli Stati membri svolgono un ruolo essenziale nell’aiutare 26 milioni di disoccupati in tutta Europa a trovare un lavoro. La Commissione europea ha presentato una proposta di decisione volta ad aiutare i servizi pubblici per l’impiego a perfezionare la propria efficacia mediante una cooperazione più stretta, per meglio venire incontro alle esigenze dei disoccupati e delle imprese.

L’efficacia dei servizi pubblici per l’impiego è essenziale per l’attuazione pratica, da parte degli Stati membri, delle politiche in materia di occupazione come l’iniziativa “Garanzia per i giovani”. I servizi pubblici per l’impiego sono importantissimi per orientare chi cerca lavoro verso una formazione adeguata, i programmi di apprendistato, i tirocini e altre opportunità formative adeguate alla loro situazione e alle esigenze dei datori di lavoro.

Tali servizi sono inoltre essenziali per garantire un miglior abbinamento fra persone con competenze specifiche e datori di lavoro in cerca di tali competenze. L’ultima edizione dell’Osservatorio europeo dei posti di lavoro vacanti mette in luce che, nonostante i livelli record di disoccupazione in Europa, 1,7 milioni di posti di lavoro nell’UE restano vacanti.

“Migliorare l’efficienza e l’efficacia dei servizi pubblici per l’impiego, che svolgono un ruolo chiave nell’attuazione delle politiche del mercato del lavoro, è essenziale per far fronte a un tasso di disoccupazione così elevato” ha dichiarato László Andor, Commissario europeo per l’Occupazione, gli affari sociali e l’inclusione. “La proposta aiuterebbe i servizi pubblici per l’impiego nello svolgimento di questo ruolo essenziale, e contribuirebbe a un maggior coordinamento delle politiche per l’impiego in Europa”.

La proposta di decisione è volta a istituire una piattaforma che metta a confronto le prestazioni dei servizi pubblici per l’impiego sulla base di valori di riferimento pertinenti, a individuare migliori pratiche e a promuovere l’apprendimento reciproco. Gli stessi servizi pubblici per l’impiego hanno segnalato che, potendo contare su un sistema del genere, i problemi del mercato del lavoro potrebbero essere individuati in modo più tempestivo.

Fonte: Commissione Europea