parità-di-genereMercoledì 11 giugno 2014, alle ore 10, presso la Sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Via di Santa Maria in Via n. 37), si terrà il convegno “La disciplina sull’equilibrio di genere a due anni dall’introduzione: numeri, bilanci e prospettive”.

Il convegno segna l’apertura del Corso Avanzato di Alta Formazione in “Corporate governance e parità di genere. Proposte e soluzioni”. Obiettivo del corso, promosso dall’Università Europea di Roma, è dare nuovo impulso alla corporate governance italiana, ragionando sui primi risultati conseguiti attraverso la Legge sull’equilibrio di genere.

Nel corso del convegno di apertura, verrà analizzato l’impatto del nuovo quadro normativo sulla corporate governance nella prospettiva giuridica, economica, filosofica, politica e sociale, con una proiezione sugli ulteriori effetti attesi della disciplina che si pone oggi all’avanguardia nel panorama internazionale ed europeo.

Al convegno, aperto dal Capo del Dipartimento per le Pari Opportunità, Ermenegilda Siniscalchi, e introdotto dal Coordinatore scientifico del corso dell’Università Europea di Roma, Valeria Falce, intervengono Graziella Gavezotti (Presidente Edenred), Maria Patrizia Grieco (Presidente Enel), Gabriella Muscolo (Commissario Autorità Antitrust), Marco Patuano (Amministratore Delegato Telecom Italia), Antonio Patuelli (Presidente ABI), Carla Rabitti Bedogni (Presidente APF), Barbara Salabè (Presidente e AD Warner Bros. Entertainment Italia) e Paola Schwizer (Presidente Nedcommunity). Coordina i lavori il Direttore generale dell’Ufficio Interventi in materia di parità e pari opportunità, Monica Parrella. Le conclusioni sono affidate ad Alberto M. Gambino (Coordinatore nazionale PRIN, Università Europea di Roma).

Fonte: Governo Italiano – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Sistema Puglia, Donne e Politiche di Genere, Pubblica Amministrazione – Redazione Sistema Puglia