La Puglia incanta i cinesi, che sperano di avere presto nuove occasioni di collaborazione.

Si è conclusa con grande soddisfazione la missione incoming in Puglia di nove operatori economici del settore logistico provenienti da Enti e società cinesi.

Nel corso della visita in Puglia la mia delegazionescrive il vicepresidente del Consiglio cinese per la promozione del commercio internazionale della città di Suzhou, Lu Yizhongha avuto modo di conoscere più nel profondo la vostra regione: la piattaforma logistica, i paesaggi naturali, la storia che ciascun luogo conserva, l’urbanistica. Siamo rimasti profondamente colpiti dalla vostra serietà, dalla considerazione premurosa riservata nei nostri riguardi e dall’impeccabile organizzazione. Mi auguro, sinceramente, di poter trovare nel prossimo futuro nuove occasioni di collaborazione“.

Si chiude così la lettera che Lu Yizhong, ha voluto lasciare alla Regione Puglia per rappresentare la grande soddisfazione per la professionalità e l’ospitalità dimostrate nei riguardi della sua delegazione nei giorni di missione.

L’iniziativa di incoming in Puglia dei nove operatori economici cinesi è nata su impulso dell’Autorità Portuale di Taranto e di Confapi Bari-BAT ed è stata realizzata dalla Regione Puglia -servizio Internazionalizzazione, in collaborazione con lo Sprint Puglia (Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese), nell’ambito del programma di promozione dell’internazionalizzazione dei sistemi produttivi locali 2013-2014.

Dal 12 al 16 maggio, gli operatori cinesi hanno visitato i porti di Bari, Taranto e Brindisi, gli aeroporti di Bari e Grottaglie, l’interporto di Bari, e hanno incontrato le imprese pugliesi attive nel settore.

Siamo davvero soddisfatti – ha detto l’assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia Loredana Capone. Il sistema logistico pugliese ha riscosso grande interesse da parte degli operatori cinesi e ci sono concrete opportunità per intraprendere nuove e importanti relazioni commerciali. Un primo obiettivo è stato, dunque, raggiunto. Ora, è importante consolidare i rapporti avviati e irrobustire il sistema logistico pugliese affinché la Puglia si presenti ancora più accogliente e attrattiva, capace di evadere le esigenze del mercato globale e cogliere le opportunità che si presentano“.

La logistica per la Regione Puglia – ha proseguito – è necessaria allo sviluppo quanto ricerca e innovazione. Ancor più indispensabile, però, è fare sistema attorno al settore della logistica. Questa missione, anche da questo punto di vista, ha ottenuto un ottimo risultato: il suo successo, infatti, è tutto da attribuirsi alla grande sinergia tra gli attori locali“.

Gli operatori cinesi hanno lasciato la Puglia fiduciosi di poter intraprendere al più presto relazioni commerciali con le aziende e le autorità locali così come è già avvenuto con l’Autorità portuale di Taranto con cui l’Autorità portale di Shenzhen, ha sottoscritto nel 2011 un protocollo d’intesa che sancisce il consolidamento dei rapporti commerciali e l’istituzione di un ponte d’oltremare, un canale privilegiato per lo sviluppo dei traffici marittimi finalizzato alla crescita dell’economia di entrambe le regioni attraverso l’import/export.

Nel corso della visita al Porto di Taranto, il presidente dell’Autorità portuale Sergio Prete ha evidenziato la posizione strategica della struttura e come il suo utilizzo, rispetto ai porti di Anversa e Amburgo, possa consentire agli operatori cinesi un notevole risparmio di tempo e denaro per il trasporto delle loro merci a Monaco.

Fonte: Ufficio Stampa – Sistema Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo, Internazionalizzazione – Redazione Sistema Puglia