di Linda Catucci (SìAMO Cassano), Davide Del Re (Più Cassano) e Teodoro Santorsola (PrimaVera Cassano)

i consiglieri di minoranza durante il Consiglio Comunale del 15 marzo

Peccato scrive la Presidente Calzetta in un lungo post, tanto lungo che non si riesce a leggere fino in fondo.

Comprendiamo la sua delusione! Era partita convinta di accomunare anche l’opposizione in una decisione che altro non è che una faccia lavata per la città e per chi sperava in una soluzione immediata e positiva per il Maugeri. Un tentativo maldestro di tacitare la coscienza di un Sindaco con tutta la sua maggioranza dormiente (ma è la norma per costoro) dall’8 ottobre 2017 – data di pubblicazione del via libera del parere favorevole in ordine alle valutazioni ambientali – ad oggi.

Ma ogni tanto si svegliano dal letargo, solo che il risveglio è tardivo e obnubilato.

Già, perché arriva dopo che il Maugeri in data 13 febbraio 2018 comunica al Sindaco (dormiente) che la decisione di andare via da Cassano è definita e che verosimilmente avverrà a partire da aprile 2019.

Peccato, si fossero svegliati prima del 13 febbraio sicuramente la storia sarebbe stata diversa. Eppure li abbiamo sollecitati per ben tre volte a mezzo stampa e con un’interrogazione del 27/12/2017 ma non siamo stati tanto rumorosi da svegliarli; erano in un sonno profondo.

Peccato sì, che una comunità debba pagare il prezzo del loro dormire e quel che è peggio anche l’onta di una faccia lavata che “chiude la stalla a buoi scappati”.

Il tempo è galantuomo e i loro artifizi messi ad arte in atto per mascherare il loro letargo prima o poi si riveleranno in tutta la loro natura.

Peccato ma non è a loro che bisogna chiedere il conto; il conto lo si dovrà chiedere a quei poteri forti che li hanno supportati per se stessi ingannando il paese facendo intendere che si mettevano in gioco per te.

 

Tags: , , , , , , ,