Tutto pronto per l’avvio di “Immagini Sensibili – La ricerca di una nuova concezione di video” il nuovo Laboratorio dal Basso che si svolge il 5 e 6 agosto presso il Museo Pino Pascali di Polignano a Mare.

Cos’altro può diventare un video? Il Laboratorio prova ad allargare gli orizzonti del concetto di video attraverso l’interdisciplinarietà e l’orientamento verso un’integrazione tra l’immagine elettronica e l’ambiente circostante. La docenza di Paolo Rosa, del collettivo Studio Azzurro, permetterà di comprendere come il video possa interagire in maniera innovativa con il teatro, la musica, l’architettura, l’urbanistica, portando alla realizzazione di videoambienti, sensibili e interattivi, performance teatrali e film. Verrà sottolineato il particolare percorso, artistico e lavorativo, effettuato negli ultimi anni, sulla progettazione e realizzazione di “musei di narrazione”, come esempio di un’attività coltivata al di fuori dei confini convenzionali della pratica artistica ma rivelatasi, nel tempo, particolarmente feconda di possibilità.

Immaginare un percorso artistico trasversale alle tradizionali discipline e costituire un gruppo di lavoro aperto a differenti contributi e collaborazioni è la grande sfida lanciata da Studio Azzurro.

Il Laboratorio “Immagini Sensibili – La ricerca di una nuova concezione di video” è organizzato dall’associazione Bachi da Setola con il supporto della Fondazione Museo Pino Pascali, Associazione ResiduiTeatro, Associazione Sguardi e Milano Film Festival.

Il Laboratorio è stato presentato in occasione della conferenza stampa di presentazione di “PerSe Visioni 6 – Visual Art Exhibition” organizzata il 30 luglio  presso il Museo Pino Pascali (Polignano a Mare – Bari).

Fonte: ARTI – Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione – Sistema Puglia, Piano Straordinario per il Lavoro, Area Politiche per lo Sviluppo, Imprese, Ricerca e Innovazione Tecnologica – Redazione Sistema Puglia