Stimolare i processi di innovazione e competitività nel settore aerospaziale pugliese con un’attenzione particolare per la formazione: questo l’obiettivo della partecipazione della Regione Puglia alla 50a edizione del salone internazionale dell’aeronautica e dello spazio di Parigi-Le Bourget, Paris Air Show.

L’evento, a cadenza biennale, dal 17 al 23 giugno presso l’aeroporto di Paris-Le Bourget, a nord-est di Parigi, è organizzato da GIFAS, Federazione delle imprese francesi aeronautiche e spaziali, il cui principale scopo è presentare a potenziali acquirenti i migliori prodotti aeronautici militari e civili presenti sul mercato.

Paris Air Show è l’evento leader a livello mondiale per l’industria aeronautica seguito solo dal Salone aeronautico di Farnborough, in Inghilterra, e dal Salone aeronautico di Berlino, in Germania. È dedicato a tutti gli operatori attivi nei comparti della costruzione e dell’assemblaggio di aeromobili, dello spazio, dei satelliti, delle telecomunicazioni via satellite, dei propulsori e delle attrezzature per motori, degli armamenti aerei e terrestri, degli strumenti di supporto per la navigazione e il pilotaggio, degli allestimenti cabine, dei sistemi e delle attrezzature per aeroporti, della subfornitura meccanica, della metallurgia, dei materiali compositi e dei trattamenti di superficie, della manutenzione, della postvendita e dei ricambi, dei trasporti, dei servizi.

La Regione Puglia accompagnerà una delegazione di dieci imprese pugliesi e sarà presente alla manifestazione fieristica con due spazi istituzionali.

Il primo ospiterà, dal 18 al 20 giugno, alcune sessioni di incontri business-to-business organizzati, per la delegazione pugliese, in collaborazione con la BCI Aerospace, società leader nella realizzazione di convention aziendali e incontri d’affari per i settori dell’aerospazio, dello spazio e della difesa. Il secondo, invece, sarà dedicato alla presentazione dei progetti pugliesi e ospiterà una serie di incontri istituzionali e con la stampa, e alcune iniziative di networking con le delegazioni internazionali presenti all’evento.

All’evento parteciperà l’assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone che sarà protagonista di importanti incontri con le delegazioni internazionali, con i rappresentanti dei distretti italiani che fanno parte del Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio, con il presidente Giovanni Bertolone e con i referenti dei principali gruppi industriali che operano nel settore dell’aerospazio: Alenia Aermacchi, Avio, Finmeccanica e il gruppo indiano Ois, con i giornalisti specializzati e con i corrispondenti esteri di testate italiane.

Aerospazio è sinonimo di eccellenza in Puglia” ha detto l’assessore Capone. “Tra i primi cinque distretti nazionali, il settore aerospaziale pugliese ha registrato nel 2012, sul fronte delle esportazioni, un aumento del 36,9% (in termini assoluti 395.857.000 euro), e oltre 1 miliardo di euro di fatturato. Verso la sola Francia il valore delle esportazioni in questo settore è di oltre 21 milioni di euro“.

Gli insediamenti produttivi pugliesi – ha continuato – sono veri e propri centri di eccellenza riconosciuti ormai in tutto il mondo con grandi imprese hanno scelto di investire in Puglia come Agusta Westland (Brindisi), Alenia Aermacchi S.p.A (Foggia e Monteiasi-Grottaglie – Ta), Avio S.p.A Brindisi, SSI (Brindisi), Dema S.p.A. (Design Manufacturing) (Brindisi), Telcom S.p.A. (Ostuni – Br). Alenia Aermacchi, ad esempio, per il programma Dreamliner ha investito circa 790 milioni di euro e nei prossimi due anni sono previsti investimenti per ulteriori 509 milioni di euro di cui 190 da attivare entro il 2014“.

Fonte: Ufficio Stampa – Sistema Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo, Internazionalizzazione – Redazione Sistema Puglia