Il sindaco Maria Pia Di Medio e i tecnici autori del progetto “Lame” incontreranno i cittadini cassanesi il prossimo 28 giugno in sala consiliare: “sarà un momento pubblico dove illustreremo i dettagli e i benefici del progetto di protezione idraulica per il nostro comune”, ha dichiarato il sindaco.

Ma prima, i cittadini potranno farsi un’idea dello stesso progetto, grazie all’incontro in piazza del Comitato Cittadino “Lamafutura”. Martedì 25 giugno 2013, alle ore 19.00, i cittadini che si oppongono a questo progetto saranno in piazza Moro “perché ogni cittadino possa essere informato correttamente ed essere partecipe e determinante per il proprio futuro, per l’immediata sospensione della esecuzione delle opere e la revisione complessiva del Progetto Lame”.

L’incontro pubblico “contro l’eco mostro e l’abbattimento delle querce secolari”, spiegano dal Comitato, servirà a svegliare le coscienze su “un progetto che prevede la costruzione di due vasche di raccolta delle acque piovane, e la realizzazione di un canale a cielo aperto su via Costone di Bruno che prevede l’abbattimento di una serie di querce secolari fra la più antiche e imponenti del territorio”. Il progetto, continuano, “non risolve il problema del deflusso dell’acqua (risolvibile con altre soluzioni più economiche e sicure)”, “avrebbe un forte impatto ambientale cementificando buona parte delle nostre colline e in più, queste obbrobriose ‘dighe’ potrebbero creare un potenziale grande rischio proprio per l’abitato”.

E dunque, visto che il Comune ha aspettato fino a ieri per inviare il comunicato stampa con il quale ha convocato l’incontro cittadino per venerdì prossimo, il Comitato, che si sta muovendo attivamente da diversi giorni (con incontri e un gruppo facebook molto attivo), ha deciso di prendere in mano la situazione e spiegare le proprie ragioni, poiché “è indispensabile la mobilitazione della popolazione di Cassano per fermare questo ulteriore scempio del nostro territorio”.

 

Tags: , , ,