di Vito Surico

Claudio Barbosa, con un rasoterra dalla sinistra, riporta l’Atletico Cassano sull’1-1 (foto di Alessandro Caiati)

Pazienza, intensità e determinazione: sono le caratteristiche che hanno consentito all’Atletico Cassano di portare a casa tre punti fondamentali in chiave play off grazie alla vittoria per 7-2 sul campo dell’Olympique Ostuni nella 25ª giornata e penultima giornata del campionato di Serie B.

Con mister Vitulli a seguire il match dalla tribuna, per scontare il primo dei due turni di squalifica, insieme a Kiko e Sciannamblo, in panchina va mister Pellecchia che schiera dal primo minuto Dibenedetto, Satalino, Barbosa, Yanes e Alemão Glaeser.

Pronti-via e padroni di casa subito in vantaggio: calcio d’inizio battuto da Quartulli per Salamida che dal cerchio di centrocampo calcia sorprendendo Dibenedetto quando il tabellone segna che il match è iniziato da appena tre secondi.

L’Atletico Cassano prova a rispondere subito con Satalino il cui tiro è deviato in angolo da Mario Paz. Poco dopo lo stesso Satalino è costretto a lasciare il parquet del PalaGentile dopo un contrasto duro con Salamida che riesce a servire Quartulli in area: il suo tiro finisce sul palo e altra tegola per i biancoazzurri che devono rinunciare all’unico centrale di ruolo.

Alemão Glaeser si fa fermare, al terzo, da Decrescenzo in uscita e i padroni di casa cercano la rete del raddoppio sempre sugli sviluppi di calci d’angolo: prima con Quartulli e poi con Adrian, chiamando Dibenedetto agli straordinari.

Dall’altra parte capitan Vera fa tutto da solo in banda destra ma il suo tiro, da posizione defilatissima è facilmente bloccato da Decrescenzo. Al 9’, Barbosa mette in area su calcio di punizione, Fiorentino tocca e sfiora l’autogol ma il pallone termina sul fondo. L’Atletico Cassano comincia allora a guadagnare campo e rendersi pericoloso con il tiro impreciso dalla distanza di Lorusso e quello da posizione ravvicinata di Yanes (servito in area da un ottimo Alemão Glaeser in banda sinistra) neutralizzato da Decrescenzo.

Dopo tanto insistere i biancoazzurri riescono finalmente a scalfire il muro ostunese con un rasoterra dalla sinistra di Barbosa al 13’ e, un minuto dopo, si portano in vantaggio con Yanes che calcia da dentro l’area, palla che scorre sotto il corpo di Decrescenzo che non riesce ad allontanarla prima che abbia varcato la linea. Biancoazzurri sugli scudi con un Barbosa ispiratissimo che al 17’ recupera palla in banda sinistra e con un pregevole pallonetto dal limite dell’area di rigore beffa nuovamente l’estremo difensore gialloblu e porta l’Atletico Cassano sul 3-1.

Alemão Glaeser trasforma il calcio di rigore che porta l’Atletico Cassano sul 4-2 (foto di Alessandro Caiati)

In avvio di ripresa l’Olympique Ostuni torna subito in partita con Schiavone che anticipa Alemão Glaeser in banda destra e beffa Dibenedetto con un rasoterra. Passa appena un minuto e lo stesso Schiavone è protagonista in negativo per i suoi: Yanes coglie il palo dalla destra, palla che finisce sui piedi di Alemão Glaeser che calcia a botta sicura nella porta vuota ostunese, Schiavone ribatte con la mano. È cartellino rosso e calcio di rigore per i biancoazzurri che Alemão Glaeser trasforma con freddezza.

Sul 4-2 Barbosa prova a chiuderla subito ma Decrescenzo gli nega la tripletta, mentre è più fortunato Yanes, al 5’, che non deve far altro che spingere alle spalle del portiere brasiliano il pallone servitogli da Lemonache dalla sinistra.

I padroni di casa provano a reagire con Mario Paz e Fiorentino ma Dibenedetto è attento e allora Simone Lotesoriere entra per Decrescenzo nel ruolo di portiere di movimento. L’Atletico Cassano è però attento e va in gol altre due volte con Alemão Glaeser che porta il suo numero di maglia nella classifica marcatori. L’italo-brasiliano avrebbe la possibilità di realizzare il proprio poker personale, a trenta secondi dal termine, indirizzando di testa un lungo lancio di Dibenedetto. La palla termina però di un soffio sopra la traversa.

Una vittoria importante, per l’Atletico Cassano, in chiave play off: i biancoazzurri sono attualmente la quarta migliore quinta dei sette Gironi che compongono la Serie B. Bisognerà tentare l’impresa, sabato prossimo, al PalAngelillo e cercare di fermare la capolista Isernia (già promossa in Serie A2) per essere padroni del proprio destino e terminare la regular season con una vittoria che vorrebbe dire il raggiungimento del “sogno-obiettivo” prefissatosi a inizio stagione dalla società.

l’Atletico Cassano festeggia con i tifosi arrivati numerosi al PalaGentile di Ostuni (foto di Alessandro Caiati)

LA VOCE DEI PROTAGONISTI

Claudio Barbosa (foto di Alessandro Caiati)

Subito in svantaggio, l’Atletico Cassano ha avuto, ieri, la pazienza di tessere la tela che ha portato alla vittoria finale, anche grazie allo spirito di sacrificio dimostrato da chi è sceso in campo e ha saputo dare il massimo seguendo le indicazioni dei mister: «non è stata certo una partita facile – commenta Claudio Barbosa a fine gara – anche per le dimensioni ridotte del campo che ci hanno creato un po’ di difficoltà all’inizio. Siamo stati bravi a restare compatti e ad avere la pazienza giusta per colpirli. Abbiamo dimostrato, nella partita di ieri, che nonostante le difficoltà che abbiamo avuto nel girone di ritorno, vogliamo raggiungere i nostri traguardi, mettendoci tutti il massimo impegno».

Protagonista di un grande avvio di stagione, dopo l’infortunio subito a Potenza, Barbosa non è più riuscito a incidere come aveva fatto nelle prime gare di questo campionato. Ieri, con la sua doppietta (che ha segnato il ritorno al gol dopo dieci partite), il numero 7 biancoazzurro ha dato il là alla rimonta e alla vittoria dei suoi: «non mi piace parlare dei singoli – afferma con umiltà “Cacau” Barbosa – perché credo sempre nel gruppo e senza il supporto dei miei compagni non potrei mai fare tutto quello che ho fatto ieri. Abbiamo giocato una grandissima partita contro una squadra che ha messo tutto in campo. È vero che non segnavo da un po’ di tempo – aggiunge – ma questo non mi ha mai preoccupato. Voglio sempre vincere e non mi importa chi sarà il protagonista. A volte le persone non capiscono quello che passiamo e parlano un po’ troppo. Per fortuna mia sono uno che lavora sempre con intensità e anche se i gol non arrivavano so che ho sempre dato il mio contributo alla squadra. Credo di aver fatto una buona stagione quest’anno (ma abbiamo ancora molto da giocare!), nonostante le difficoltà che ho avuto a metà campionato ho sempre mantenuto la mia professionalità, e la mia voglia di aiutare sempre la squadra».

C’è ancora molto da giocare, per Claudio Barbosa, ma tutto passa dalla partita di sabato prossimo contro l’Isernia: fare punti contro la corazzata molisana consentirebbe all’Atletico Cassano di agguantare i play off senza dover guardare ai risultati degli altri Gironi di Serie B: «sarà sicuramente una partita difficilissima, anche perché loro non molleranno niente e dobbiamo conquistare i 3 punti sul campo. L’Isernia è senza dubbio la squadra più forte del Girone: sono stati primi dall’inizio alla fine e hanno meritato tutto quello che hanno conquistato, però noi abbiamo bisogno di questi punti e lotteremo fino alla fine per questa maglia. Sono fiducioso che ci conquisteremo i playoff quest’anno, ma prima abbiamo una battaglia in casa da giocare. Abbiamo bisogno del sostegno dei nostri tifosi sabato, loro sono il nostro sesto uomo in campo!».

OLYMPIQUE OSTUNI – ATLETICO CASSANO 2-7 (p.t. 1-3)

OLYMPIQUE OSTUNI: 1. Caramia; 22. Decrescenzo; 3. Castellana; 5. A. Lotesoriere; 7. Quartulli (Cap.); 8. S. Lotesoriere; 9. Fiorentino; 11. Salamida; 18. Adrian; 19. Schiavone; 20. Mario Paz; 21. Colucci. Dirigente in panchina: Christian Greco

ATLETICO CASSANO: 1. Dibenedetto; 3. Satalino; 4. P. Volarig; 5. Giustino; 7. Barbosa; 8. Vera (Cap.); 9. Lemonache; 12. Yanes; 13. Grieco; 20 E. Volarig; 21. Lorusso; 27. Alemão Glaeser. Allenatore: Ezio Pellecchia

ARBITRI: Pietro Lisanti di Matera, Arrigo D’Alessandro di Policoro e Paolo De Lorenzo di Brindisi (cronometrista)

MARCATORI: 0’03’’ pt Salamida (OO) – 13’43’’ pt Barbosa (AC) – 14’32’’ pt Yanes (AC) – 16’55’’ pt Barbosa (AC) – 0’45’’ st Schiavone (OO) – 1’20’’ st Alemão Glaeser, rig. (AC) – 5’00’’ st Yanes (AC) – 13’07’’ st Alemão Glaeser (AC) – 17’46’’ st Alemão Glaeser (AC)

AMMONITI: 15’45’’ pt Adrian (OO) per gioco scorretto – 16’16’’ pt Fiorentino (OO) per proteste – 3’22’’ st Barbosa (AC) per gioco scorretto – 10’56’’ st Colucci (OO) per simulazione – 16’26’’ st Dibenedetto (AC) per gioco scorretto

ESPULSI: 18’05’’ pt Greco (dirigente OO) per proteste – 1’19’’ st Schiavone (OO) per gioco scorretto

i risultati della 25ª giornata del Girone F della Serie B 2016-2017 (fonte tuttocampo.it)

la classifica del Girone F della Serie B 2016-2017. Isernia C5 promosso in Serie A2, Giovinazzo C5, Signor Prestito CMB e Futsal Barletta ai play off. Shaolin Soccer e Futsal Ruvo retrocesse in Serie C1 (fonte tuttocampo.it)

 

Tags: , ,