di Vito Surico

Alemão Glaeser, su assist di Caio, sblocca la partita (foto di Alessandro Caiati)

Nell’ultima uscita della regular season davanti al proprio pubblico, l’Atletico Cassano si regala la certezza matematica del secondo posto in classifica: i biancocelesti hanno battuto, ieri, 4-3 il Giovinazzo C5 portandosi a 46 punti, quattro in più rispetto al Sagittario Pratola che, con una sola giornata ancora da disputare, non può più raggiungere i pellicani.

Dominio assoluto per i primi venti minuti, un momento di sbandamento che ha consentito agli ospiti di tornare in partita e poi la grinta, la voglia di vincere e la rabbia della grande squadra che va a prendersi l’intera posta in palio per regalare ai cassanesi le gare di ritorno dei play off al PalAngelillo: questo il film della partita.

LA PARTITA

Pellecchia sceglie lo starting five composto da Dibenedetto, Rodrigues Miani, Manzalli, Caio e Alemão Glaeser e l’Atletico Cassano schiaccia subito nella propria metà campo il Giovinazzo C5 che, però, in contropiede impensierisce l’attento Dibenedetto con Piscitelli.

Poi inizia il monologo biancoceleste. Al 2’ Alemão Glaeser la sblocca sugli sviluppi di un perfetto schema da calcio d’angolo. Rodrigues Miani batte corto dalla destra per Caio che mette sul secondo palo per il vice capitano che trafigge Di Capua. Manzalli e Rodrigues Miani cercano il raddoppio prima con un bello scambio neutralizzato da Di Capua, poi con tiri dalla distanza che non trovano lo specchio. Caio la manda sull’esterno della rete.

Al 5’ la possibilità del raddoppio: Manzalli, tra tre avversari, viene atterrato in area. È calcio di rigore: va sul dischetto Alemão Glaeser che però non è impeccabile e Di Capua può respingere col petto. Il portiere avversario nega nuovamente la doppietta al brasiliano poco dopo, sulla respinta, chiude lo specchio anche a Caio, ma nulla può al 7’ sul destro di Pina, rientrato in campo dopo un lungo stop per infortunio, che regala all’Atletico Cassano il 2-0: ottimo recupero di Caio nella propria metà campo, palla ad Alemão Glaeser che serve, in area, il connazionale che non sbaglia.

È un Atletico Cassano affamato e lo dimostra ancora, poco dopo, su un calcio di punizione di Rodrigues Miani che Depalma respinge sulla linea mentre capitan Rotondo le prova tutte senza centrare lo specchio della porta o trovando la respinta di Di Capua.

Al quarto d’ora è Cutrignelli a mettere la propria firma sul tabellino: l’ex di turno recupera un ottimo pallone nelle retrovie, vince il duello in velocità con Piscitelli e con un delizioso pallonetto da fuori area batte Di Capua.

Il Giovinazzo C5, alla prima vera occasione del primo tempo, accorcia: Piscitelli è fortunato a vincere un rimpallo contro Alemão Glaeser sulla linea dell’out di destra, mette in area per Rafinha che è solo e ha vita facile nel battere Dibenedetto. Ma l’Atletico Cassano ha la grinta di un leone e prova a dare il colpo di grazia all’avversario prima con Rodrigues Miani e poi con Pina, senza però centrare lo specchio della porta.

In avvio di ripresa i tiri di Rodrigues Miani, Rotondo e Manzalli sono sempre ribattuti dai difensori avversari e il Giovinazzo C5 prova a metterla sul nervosismo ottenendo i risultati sperati: Piscitelli fa le prove del gol su calcio di punizione al 4’, Dibenedetto manda in angolo e sugli sviluppi è lo stesso Piscitelli a colpire il palo. Appena un minuto dopo i direttori di gara inventano un nuovo calcio di punizione a favore del Giovinazzo C5 dagli 11 metri. Questa volta Piscitelli è più preciso e non sbaglia. Dall’altra parte, invece, gli arbitri non vedono una plateale trattenuta di Rafinha ai danni di Pina che, anche scoordinato, riesce a impensierire Di Capua che però sventa il pericolo.

Al 9’ la doccia fredda per il PalAngelillo: il solito Piscitelli, dalla destra, mette in area per Raffaele Depalma che pareggia.

L’Atletico Cassano allora si scuote: Di Capua alza sulla traversa una bomba di Cutrignelli ma, all’11’ è Pina a bagnare il proprio rientro in campo con il secondo gol della partita, nuovamente su assist di Alemão Glaeser.

l’esultanza di Gabriel Pina dopo il gol del definitivo 4-3 (foto di Alessandro Caiati)

Chiereghin, allora, prova la mossa del quinto uomo di movimento, ma Dibenedetto è un muro e non si passa: chiude lo specchio a Piscitelli e Marolla e regala i tre punti all’Atletico Cassano che, sabato prossimo, nell’ultima giornata della regular season, potrà far visita alla vincitrice del Girone F, la Tombesi C5, senza l’ansia di dover fare per forza risultato.

LA VOCE DEI PROTAGONISTI

Gabriel Pina (foto di Alessandro Caiati)

Fuori, per infortunio, dallo scorso 17 febbraio (contro il Manfredonia C5 la sua ultima partita), torna in campo Gabriel Pina: il brasiliano arrivato a dicembre dal Futsal Cisternino ha avuto non pochi problemi fisici in questi mesi a Cassano ma, quando è sceso in campo, ha dimostrato tutto il suo valore e ieri, con la sua doppietta, ha regalato la vittoria ai “pellicani”. «Non è stato facile star fermo tutto questo tempo – afferma Pina – volevo esserci e aiutare i miei compagni e credo che, ieri, tutta la mia voglia di far bene sia venuta fuori nella maniera giusta».

Una partita difficile che a un certo punto è sembrata addirittura compromessa ma «sappiamo tutti che il calcio a 5 è così – continua Pina – in pochi secondi può cambiare tutto. Loro sono una buona squadra, ma noi abbiamo avuto la testa giusta per portare a casa i tre punti. I miei gol? Per me una piccola gioia grazie all’impegno dei miei compagni».

A Ortona, adesso, sarà una pura formalità, ma la stagione dell’Atletico Cassano non è finita, ci sono i play off e il sogno della Seria A2 da trasformare in realtà: «vogliamo arrivarci tutti. Ci impegneremo al massimo per concretizzare questo obiettivo. Poter giocare le gare di ritorno in casa ci dà la speranza di poter regalare grandi soddisfazioni al nostro pubblico».

ATLETICO CASSANO – GIOVINAZZO C5 4-3 (pt 3-1)

ATLETICO CASSANO: 1. Dibenedetto; 2. Rodrigues Miani; 5. Rotondo (Cap.); 6. De Cillis; 7. Caio; 9. Petrosino; 11. Manzalli; 14. Zeverino; 21. Pina; 23. Cutrignelli; 26. Pellecchia; 27. Alemão Glaeser. Allenatore: Ezio Pellecchia

GIOVINAZZO C5: 1. Casati; 5. Papapicco; 6. Basile; 7. Brunetti; 8. Piscitelli; 9. R. Depalma (Cap.); 10. Pastoressa; 11. Rafinha; 17. Marolla; 18. V. Depalma; 21. Mongelli; 15. Di Capua. Allenatore: Roberto Chiereghin

ARBITRI: Giuseppe Del Rosso di Campobasso, Gabrio Scarpetti di San Benedetto del Tronto e Marco Villanova di Bari (cronometrista)

MARCATORI: 1’57’’ pt Alemão Glaeser (AC) – 6’35’’ pt Pina (AC) – 14’40’’ pt Cutrignelli (AC) – 16’03’’ pt Rafinha (G) – 4’53’’ st Piscitelli (G) – 8’49’’ st R. Depalma (G) – 11’11’’ st Pina (AC)

AMMONITI: 9’28’’ pt R. Depalma (G) per gioco scorretto – 9’56’’ pt Pina (AC) per gioco scorretto – 4’52’’ st Dibenedetto (AC) per proteste – 8’13’’ st Rodrigues Miani (AC) per proteste – 11’30’’ st Piscitelli (G) per simulazione – 18’41’’ st Marolla (G) per gioco scorretto

ESPULSI: 9’03’’ st Pellecchia (allenatore AC) per proteste

NOTE: 4’47’’ pt Di Capua (G) para un calcio di rigore a Alemão Glaeser

i risultati della 21ª giornata (10ª di ritorno) del campionato di Serie B 2017-2018 Girone F (fonte tuttocampo.it)

la classifica del Girone F della Serie B 2017-2018 (fonte tuttocampo.it)

 

Tags: , , ,