florovivaismoNell’ambito del Piano Export Sud, tra le iniziative a favore della logistica, l’ICE Agenzia ha inserito il progetto “Sviluppo dei canali logistici per l’esportazione dei prodotti florovivaistici della Puglia”.

Obiettivo del progetto è quello di rafforzare il posizionamento delle imprese pugliesi sui mercati esteri attraverso lo sviluppo di una logistica all’export.

Un processo di internazionalizzazione non può prescindere da un parallelo sviluppo dei servizi logistici, indispensabili ad assicurare un’efficiente movimentazione dei beni. Ciò è ancora più vero nel settore florovivaistico caratterizzato da deperibilità e fragilità.

Si partirà dal check up logistico-gestionale per analizzare gli attuali processi delle imprese e delineare un quadro generale da cui derivare punti di forza e debolezza, criticità e margini di miglioramento, ostacoli alla crescita o le carenze strutturali e operative delle imprese. Tali dati saranno la base per lo sviluppo di modelli di business collaborativi che potrebbero consentire alle aziende pugliesi di ottenere economie di scala e sviluppare pratiche commerciali coerenti con le caratteristiche richieste dalla committenza internazionale. Contestualmente si svilupperà una piattaforma informativa.

Per questa attività ci si avvarrà della collaborazione del CTL – Centro di ricerca per il Trasporto e la Logistica, Università La Sapienza di Roma.

Le aziende interessate al progetto possono manifestare il loro interesse restituendo compilati l’allegata scheda di adesione e il modulo sui requisiti di ammissibilità tramite e-mail (tecnologia@ice.it) oppure fax (06-8928.0774).

L’adesione non comporta alcun costo per le aziende e non le vincola a partecipare ai singoli eventi che verranno organizzati.

Per ogni iniziativa promozionale verrà inviata una specifica comunicazione.

Con l’adesione l’azienda si impegna a fornire ad ICE-Agenzia e al CTL le informazioni necessarie all’analisi logistico-gestionale, fermo restando che i dati forniti saranno trattati dai soli soggetti indicati e nel rispetto della normativa sulla privacy.

Si comunica inoltre che per tale iniziativa non è prevista l’applicazione della procedura “de minimis” in quanto la partecipazione alla fiera sarà con un open space. L’unico costo a carico delle aziende sarà quello relativo al vitto e all’alloggio oltre che alla spedizione del campionario da esporre in fiera.

Fonte: Istituto Nazionale per il Commercio Estero – Sistema Puglia, Area Politiche per lo Sviluppo, Internazionalizzazione, Infrastrutture e Trasporti – Redazione Sistema Puglia