La Guardia di Finanza ha annunciato oggi alla stampa i risultati di due importanti e distinte operazioni di contrasto alla contraffazione di prodotti industriali, condotte a Padova e Roma, anche attraverso collaborazione internazionale ed in sintonia con Prefettura, Enti Locali e Associazioni di categoria, che hanno permesso di colpire i centri di distribuzione di prodotti contraffatti o pericolosi e tagliare i rifornimenti agli operatori illegali sul campo.

Tra gli ingenti quantitativi di articoli sequestrati, prodotti per la cura della persona, materiale scolastico e articoli per la casa non conformi alla normativa vigente in tema di sicurezza, in parte destinati anche ai bambini e privi delle prescritte etichettature di sicurezza, delle istruzioni d’uso e della composizione chimica.

Il Vicepresidente Tajani, appresa la notizia, ha dichiarato: “Mi congratulo ancora una volta con le autorità italiane, e in particolare con il Comandante Generale della Guardia di Finanza, Generale Saverio Capolupo, per i brillanti e numerosi risultati investigativi conseguiti sul territorio nazionale contro la contraffazione di prodotti industriali. Risultati che, soprattutto nel periodo estivo, hanno anche un alto valore preventivo.

L’Europa tutta, e l’Italia in particolare, è meta turistica privilegiata. E i turisti, che sono una risorsa importante della nostra economia, si aggiungono, spesso inconsapevolmente, alle tante vittime dei prodotti contraffatti. Prodotti che fanno male alle tasche di tutti i cittadini, perché danneggiano la nostra economia, ma che possono rappresentare un pericoloso rischio, a volte persino letale – come sembra dimostrato da recenti tragici eventi segnalati dalle cronache internazionali – per la salute e la sicurezza dei consumatori”.

Nella consapevolezza che la lotta alla contraffazione passa certamente dall’azione repressiva delle forze dell’ordine, ma richiede anche una maggiore, corretta e profusa informazione dei cittadini sui grandi rischi che tutti corrono a causa di tale fenomeno criminoso, il Vicepresidente Antonio Tajani assieme al suo collega responsabile per il Mercato Interno, il Commissario Michel Barnier, ha recentemente lanciato, su tutto il territorio dell’Unione Europea, una campagna d’informazione dal titolo: “Troppo bello per essere vero? La verità sul prezzo dei prodotti contraffatti”.

Fonte: Commissione Europea – Sistema Puglia, Economia, Mercato e concorrenza, Imprese, Sportello Europa – Redazione Sistema Puglia