Luoghi comuni, un tour etico nella città di Roma, è questo il titolo del nuovo libro di Rocco D’Ambrosio, edito da EDB, casa editrice con cui ha già pubblicato Il potere e chi lo detiene (2008) e Come pensano e agiscono le istituzioni (2011).

Docente di filosofia politica, Direttore del Dipartimento di Didattica nella Facoltà di scienze sociali della Pontificia Università Gregoriana (Roma), docente di etica politica presso la Scuola superiore dell’amministrazione del Ministero dell’Interno a Roma, direttore del periodico di cultura e politica Cercasi un fine (www.cercasiunfine.it), promosso da alcune scuole pugliesi di formazione all’impegno sociale e politico, il cassanese Rocco D’Ambrosio ha pubblicato diversi saggi, tra i quali ricordiamo Padre Serafino Germinario e il Partito Popolare in terra di Bari (1993); Ordine, umanità e politica. Saggio su Eric Voegelin (1995); La vigna di Nabot. Saggio di etica politica (2001), Istituzioni persone e potere (2004); Il grembiule e lo scettro. Appunti su Chiesa e politica (2005); Serafino Germinario un prete scomodo (2007); La malpolitica, con R. Pinto (2009); Cercasi profeti. Appunti su cattolici e società italiana (2010); La storia siamo noi. Tracce di educazione politica (2011).

Una nuova perla che si aggiunge ad una già lunga serie, di cui riportiamo qui di seguito una breve descrizione ed il sommario.

La trama: Due vecchi amici si incontrano dopo anni e decidono di ripercorrere le strade di Roma in cui entrambi sono stati studenti universitari. Il loro tour tocca i luoghi simbolici della capitale – da Montecitorio al Quirinale, dal Campidoglio al Colosseo, da San Pietro al Laterano, da piazza del Popolo al Viminale – e offre l’occasione per riprendere lontane discussioni su temi etici legati alla vita della città. Prendono così forma pensieri ed emozioni sulla politica, la Chiesa, la società, i servizi sociali, la corruzione, la giustizia. E la lunga passeggiata dei vecchi amici si trasforma in un’originale riflessione sui luoghi comuni, sugli spazi simbolici, sul potere e, soprattutto, su come rendere le città più belle e più giuste.

Il Sommario: Due amici si rincontrano. Montecitorio, monte-potere. Il market dei Condotti. Il Quirinale e il presidente che verrà. Il sindaco e il pascolo del Campidoglio. I leoni corrotti nel Colosseo. L’ospedale di S. Giovanni e il dolore senza ticket. Il Battista guarda la sua chiesa in Laterano. Il brutto palazzo e la bella giustizia. S. Pietro e le braccia del Bernini. Da piazza del Popolo per vie, per case, per storie. L’elefantino, l’obelisco e le uova al tegamino. Il Viminale, nell’interno di chi lavora. Termini dei popoli. A fine tour… la città felice. Ringraziamenti. Bibliografia.

 

Tags: , ,