di Vito Lionettisindaco del Comune di Cassano delle Murge

comuneL’assemblea straordinaria del GAL Conca Barese si è riunita ieri sera nella sala consiliare del Comune di Bitetto per discutere dei danni causati all’agricoltura, agli edifici ed alla rete stradale dalle forti piogge e copiose grandinate sul nostro territorio causate dalla perturbazione di questi ultimi giorni: l’intensità delle precipitazioni ha causato cedimenti della sede stradale di alcune importanti vie di comunicazione, allagamenti, frane, smottamenti, caduta di alberi, ingombro di detriti, danni strutturali alle imprese del territorio, danneggiamento delle infrastrutture stradali che stanno rendendo difficoltosa la circolazione veicolare in alcune strade compromettendo la pubblica incolumità.

All’assemblea hanno partecipato i delegati dei Comuni facenti parte del GAL: per il comune di Cassano delle Murge era presente il consigliere Michele Maiullaro (delegato al GAL Conca Barese nonché consigliere di amministrazione della società mista).

Tutti i rappresentanti dei Comuni hanno discusso sulle misure da prendere e sulle richieste da inoltrare agli enti sovraordinati.

È emersa infatti la necessità di predisporre tutti gli atti necessari per la Dichiarazione dello stato di calamità naturale in diversi Comuni della Provincia di Bari e, pertanto, i rappresentanti comunali del territorio facente parte del GAL dovranno dare mandato ai Dirigenti degli Uffici Tecnici per provvedere alla predisposizione di apposite relazioni per la quantificazione dei danni subìti dagli agricoltori relativamente alle produzioni (albicocche, pesche, percochi, olive, uva, mandorle e fichi) ed agli impianti compromettendo seriamente non solo il raccolto di quest’anno ma le produzioni degli anni a seguire.

Al termine dell’assemblea i delegati hanno deciso di inviare una apposita richiesta, firmata da tutti i comuni, agli enti preposti (Regione e Stato) con i seguenti punti:

  1. mettere a disposizione degli agricoltori le risorse che costituiscono il Fondo di Solidarietà per le Emergenze Nazionali che ha l’obiettivo di promuovere principalmente interventi di prevenzione per far fronte ai danni alle produzioni agricole e zootecniche, alle strutture aziendali e alle infrastrutture agricole, e per la ricostituzione di scorte eventualmente compromesse o distrutte nelle zone colpite da calamità naturali o eventi eccezionali. Tutto ciò al fine di favorire la ripresa economica e produttiva delle imprese agricole (possono essere concessi a titolo di indennizzo contributi in conto capitale fino al 100 per cento dei costi effettivi);
  2. la sospensione della rata in favore dei giovani che hanno iniziato un’attività agricola;
  3. la sospensione dei contributi INPS ex SCAU;
  4. la proroga di chiusura lavori di un anno nell’ambito dei progetti finanziati dalla Regione Puglia e, per suo tramite, dalla Comunità Europea;
  5. con riferimento al Credito agrario di conduzione si chiede di poter beneficiare dell’allungamento del termine di scadenza di 24 mesi, sull’esempio dell’accordo già esistente datato 28 febbraio 2012 “Nuove misure per il credito alle PMI” sottoscritto tra l’ABI, il Ministero allo Sviluppo Economico, il Ministero dell’Economia e delle Finanze e le associazioni di imprese che prevede un allungamento di 120 giorni;
  6. agli Enti pagatori dei fondi europei (Agea) si chiede un’accelerazione nei tempi di erogazione dei contributi già richiesti dalle aziende agricole.

Sebbene Cassano sia stato il Comune meno colpito, si invitano le imprese agricole che avessero subito danni dagli eventi meteorologici di questi giorni a far pervenire agli uffici comunali una relazione entro e non oltre il 30 giugno.

 

Tags: , , ,