il Centro Medico della Fondazione Maugeri a Cassano delle Murge (foto Facebook)

I gruppi consiliari di opposizione hanno presentato oggi un’interpellanza congiunta rivolta alla sindaca Maria Pia Di Medio in merito al progetto definitivo per l’intervento di ampliamento e ristrutturazione del “Maugeri”.

Nel corso del Consiglio Comunale del 15 marzo 2018, ricordano i capigruppo di PrimaVera Cassano, SìAMO Cassano e Più Cassano, è stato approvato, con DGC n. 2, il suddetto Progetto definitivo per l’intervento di ampliamento e ristrutturazione del plesso “Fondazione Salvatore Maugeri”. Approvazione in deroga ai sensi dell’art. 14 DPR n.380/01 e ss.mm.ii.

«A nostro avviso – scrivono i consiglieri di opposizione nell’interpellanza – in quella sede è stato commesso l’errore di non ascoltare le opposizioni che proponevano di procedere con la variante allo strumento urbanistico il cui procedimento era avviato a conclusione. Più volte in quella sede abbiamo tentato, senza purtroppo riuscirci, di convincere la maggioranza che l’approvazione del progetto in deroga non poteva essere la soluzione poiché l’Amministrazione Di Medio aveva perso tempo prezioso da settembre 2017 (data della determina regionale del parere favorevole VIA, VINCA e VAS) alla data del Consiglio Comunale del 15 marzo 2018». Ma «nonostante la fermezza con la quale abbiamo tentato di dissuadere la maggioranza dal persistere su una soluzione per noi ritenuta sbagliata, la maggioranza si dichiarava convinta di procedere perché in tempi brevi si sarebbe ottenuto il bene di Cassano».

Nella discussione sviluppatasi in Consiglio, spiegano ancora Santorsola, Del Re e Catucci, sono state registrate le seguenti esternazioni:

Assessore Michele Campanale:
«Pertanto ritengo che questo provvedimento che noi oggi portiamo all’attenzione del Consiglio sia l’unico strumento che consenta in tempi brevi di poter rilasciare il titolo abilitativo»

Assessore e Vice-Sindaco Angelo Giustino:
«per noi la priorità è tenere Maugeri, dopo di che mettiamoci a lavorare per le leve, con le contro leve, solleviamo il mondo, …»

Nella dichiarazione di voto lo stesso Giustino afferma:
«… Questo è un voto favorevole, è un voto favorevole per Cassano, è un voto favorevole per i cassanesi, è un voto favorevole per i dipendenti della Maugeri, è un voto favorevole per l’economia cassanese, per l’indotto cassanese ed è un voto favorevole per la speranza, è un voto favorevole per la speranza che sì Maugeri resti a Cassano, la speranza che dobbiamo riportare in tutti quei cittadini, cittadine, operatori commerciali che la stanno perdendo per via dell’imminente, a parole, a chiacchiere, andata da Cassano via Maugeri, è un voto per l’economia, per l’indotto, per mantenere radicate le abitudini di vita dei dipendenti…»

«Fermo restando che vorremmo tanto che i fatti dessero a voi ragione e a noi torto e ritenuto che il bene di Cassano passa attraverso la trasformazione delle parole e dei buoni propositi in fatti concreti», si legge ancora nell’interpellanza, «al fine di verificare l’andamento delle attività ad oltre due mesi dalla data del 15 marzo scorso», i gruppi di opposizione interpellano la sindaca Di Medio per conoscere:

  1. quali sviluppi procedimentali ha avuto ad oggi il progetto del Maugeri approvato in deroga ai sensi dell’art.14 DPR n.380/01 e ss.mm.ii. con DCC n° 2 del 15 marzo 2018?
  2. quali azioni ha messo in atto per dare concretezza ai propositi della Sua Amministrazione pronunciati dal Vice-Sindaco Giustino nella dichiarazione di voto?
  3. se persiste nel Suo convincimento di non procedere con lo strumento della variante così come noi nella seduta del Consiglio Comunale del 15 marzo proponevamo.
 

Tags: , , , , , , , , , , ,