di Leonardo Lositopresidente Murgia Enjoy

Domenica 4 marzo i soci dell’associazione “Murgia Enjoy” proporranno un’attività escursionistico-culturale nel Bosco comunale di Bitonto che si estende per 110 ettari nelle contrade di Murgia del Ceraso e di Murgia Rogadeo, conosciuto anche come “Murgia di Città” e nel quale da anni i soci Murgia Enjoy supportano quelli di Fare Verde di Bitonto accompagnando i visitatori (619 nel solo 2017) nelle escursioni proposte in occasione della Notte Bianca del Bosco di Bitonto.

Da un punto di vista naturalistico è possibile osservare sia le piante tipiche della pseudosteppa (ferula, asfodeli, scilla, timo, numerose orchidee selvatiche, ruta, ecc) sia gli alberi del rimboschimento degli anni ’70 popolati da volpi, faine e cinghiali. Nel 2008 si rende necessario un intervento per salvaguardare le piante arboree dalla morìa, cui sarebbero destinate in quanto impiantate artificialmente circa trenta anni prima; si tratta del primo intervento radicale in assoluto sul bosco comunale. Si provvederà ad eliminare gli alberi in più precarie condizioni sanitarie e quelli che ostacolano lo sviluppo di quelli vicini; in questo modo si punta ad uno sviluppo più equilibrato, nei prossimi anni, della vegetazione boschiva, rendendo più efficiente l’intera nicchia ecologica del bosco stesso, aumentando la biomassa vegetale e assicurando maggiore ospitalità alle specie animali che vi stanziano. Inoltre vengono piantate circa 9.000 piantine di leccio in zone del bosco, che sono prive di vegetazione arborea ma che presentano suoli già in grado di accogliere questa specie botanica, che rappresenta l’originaria specie boschiva murgiana minacciata di estinzione dai disboscamenti che nei secoli si sono succeduti. L’area complessivamente interessata all’intervento si estende per circa 20 ettari ed è caratterizzata dalla presenza di pini d’Aleppo, cipressi comuni e cipressi d’Arizona. Oltre agli interventi di taglio, sistemazione e riforestazione, è prevista la manutenzione dei viali parafuoco per una lunghezza di circa 12 km. Al centro del bosco è situata una torretta di avvistamento incendi non più rispondente alle norme di sicurezza e quindi ora inutilizzata. Vista la particolare orografia del territorio con tratti interessati da importanti pendenze e zona argillose, in caso di piogge torrenziali, le lame continuano ad essere erose dalle acque meteoriche che creano veri e propri fiumi.

Una delle tappe dell’escursione sarà la masseria Pietre Tagliate, il cui nome deriva da un particolarissimo effetto di erosione delle rocce calcaree, che sembrano appunto tagliate, e che rappresenta l’esempio più completo di architettura rurale legata alla transumanza: presenta infatti la masseria, gli jazzi, il mungituro e la piscina. Il tutto è immerso nell’ecosistema murgiano, dal fascino irresistibile e unico.

Edificata tra il XV e il XVI secolo, è stata utilizzata come sosta dei pastori della transumanza fra Molise, Abruzzo e Puglia. E’ collocata in una posizione strategica, in prossimità della confluenza tra tratturi percorsi dalle greggi, vicina alle riserve d’acqua, nella zona di confluenza delle lame.

Sono le peculiarità di questo bosco ad aver consigliato il percorso ai soci Murgia Enjoy per questo evento che avrà come protagonista principale il fotografo Gianni Scagliola, già socio Murgia Enjoy, che con le sue opere riesce a trasmettere forti emozioni ed è sempre ricercato dai fotoamatori per i suoi preziosi consigli che dispensa con generosità.

Gianni, che si distingue per umanità, disponibilità, bravura e sensibilità si presenta in rete con poche ma significative parole: “Amore e passione per la fotografia con la quale ho iniziato a lavorare da piccolo in una grande azienda formandomi in diverse mansioni. Ho fotografato di tutto dalle varie cerimonie a quelle politiche e sociali che man mano ho poi lasciato dedicandomi interamente, con l’avvento di Facebook, alla fotografia della natura che, per quanto possa sembrare semplice, mi mette spesso nei guai poiché inseguito già per due volte nel tentativo di essere derubato dell’apparecchiatura fotografica. Anche questo fa parte di questo fantastico hobby”.

All’attività, consigliata da “La voce del paese”, prenderanno parte anche i fotografi del Fotoclub Murgia già impegnati in un workshop di fotografia e che apprenderanno altre importanti nozioni da Gianni Scagliola.

Per la partecipazione sono consigliate scarpe da trekking o da ginnastica, k-way, giubbotto e scorta d’acqua ed è gradito un piccolo contributo di partecipazione che l’associazione investe per proporre seminari, conferenze, dibattiti pubblici e per la copertura assicurativa indispensabile per le attività escursionistiche.

Il percorso, come sempre, sarà adeguato alle capacità dei partecipanti lasciando la possibilità a TUTTI di prendere parte all’evento. Un segno di rispetto e di sensibilità dovuto e che permette anche ai bambini, ai meno giovani ed ai meno fortunati di partecipare a queste iniziative di promozione del territorio.

L’incontro dei partecipanti, ai quali sarà distribuito materiale informativo del Parco Nazionale dell’Alta Murgia è previsto domenica 4 marzo alle ore 9:00 sul piazzale del Convento di Cassano ed alle 9:45 nei pressi della Masseria di Città presente nel bosco.

In caso di pioggia l’attività sarà rinviata con comunicazione sulla pagina Facebook “Murgia Enjoy”.

Al termine dell’attività, previsto per le ore 13:30 circa, i partecipanti potranno gustare un pranzo con le bontà culinarie de “L’antica tradizione” offerto dall’associazione agli escursionisti che ritireranno il buono all’inizio delle attività a fronte di un contributo di soli 5€ a persona.

Ulteriori info al numero 328 3130450 dopo le ore 18, con mail a murgiaenjoy@libero.it o sull’evento Facebook al link: https://www.facebook.com/events/455505371519179/.

 

Tags: