Vito Proscia con il figlio Antonio ai nastri di partenza della 5ª rievocazione del Gran Premio di Bari

Si è tenuta lo scorso 30 aprile la 5ª edizione della Rievocazione del Gran Premio di Bari nel 70° anniversario della corsa automobilistica barese.

La rievocazione storica del Gran Premio di Bari è uno degli eventi automobilistici più importanti del Sud italia, organizzato dall’Old Cars Club di Bari.

Quella di quest’anno, come detto, è stata la quinta edizione, che ha avuto quale fine non solo quello di ricordare una pagina di storia dell’automobilismo, ma anche di festeggiare i 70 anni dal primo Gran Premio di Bari, unico nel Sud Italia, e che portò il capoluogo pugliese alla ribalta della scena automobilistica mondiale nel 1947.

Quello di Bari fu uno dei primi al mondo dopo il secondo dopoguerra e impegnava i piloti per le strade intorno ai padiglioni della Fiera del Levante, tra via Napoli e il Lungomare.

Dal 28 al 30 aprile il cuore del quartiere murattiano si è trasformato in una pista da gara, con 55 equipaggi.

Nei due giorni antecedenti alla gara (e fino al 2 maggio) nell’ex Palazzo delle Poste è stata allestita una mostra che, attraverso le prime pagine dei giornali, i manifesti pubblicitari, gli annulli filatelici e tutta una serie di reperti d’archivio, racconta le imprese dei piloti e l’entusiasmo con cui il pubblico accoglieva eventi sportivi.

Nella giornata di domenica, poi, dopo la fanfara dell’Aeronautica militare e il briefing dei piloti, la bandiera a scacchi ha sventolato dando il via alla rievocazione dei 70 anni della corsa automobilistica barese. Il rombo dei motori ha riecheggiato così nel cuore del murattiano per le tre manches di gara con cinque giri di percorso per ogni raggruppamento. Tre ore di spettacolo vero e proprio in una cornice da film. Partendo da corso Vittorio Emanuele, si girava attorno al Castello Svevo, passando davanti al Teatro Margherita e tornando su corso Vittorio Emanuele.

Alla manifestazione ha preso parte anche il Murgia Museum Proscia e Bruno di Cassano delle Murge con il suo presidente Vito Proscia come pilota e il figlio Antonio come navigatore. La squadra “cassanese” ha gareggiato con una Kadison Kelson modello Volk 2S, piazzandosi al 13° posto.

Un’esperienza davvero emozionante per entrambi che ha dato loro l’opportunità di confrontarsi con altri amanti del settore e di conoscere la madrina dell’evento Maria Leitner giornalista Tg2 e conduttrice della rubrica settimanale Tg2 motori, madrina dell’evento, che al termine della gara ha premiato i partecipanti nella Sala Massari del Comune di Bari.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Tags: ,