È Otranto a dare lo start all’estate Rosa in programma oggi 19 luglio. Si chiama “Estate Rosa” l’atteso momento che gli Assessorati regionali al Welfare e all’Attuazione del Programma assieme alla Consigliera Regionale di parità, hanno organizzato, fra luglio e settembre, con quattro eventi dedicati alle idee, ai talenti, ai temi e ai saperi delle donne. Contenitore itinerante, l’Estate Rosa è uno spazio sociale e culturale che riconosce le mille abilità, competenze e valori delle donne, nelle diverse forme di espressione del femminile.

Per l’edizione 2013, l’Estate rosa prevede un fitto programma di appuntamenti culturali, momenti d’intrattenimento e di approfondimento degli interventi realizzati e in corso di realizzazione con i fondi del Fesr 2007-2013. Fondamentale il coinvolgimento diretto di tutte quelle associazioni femminili che da tempo ormai costituiscono una rete importante nel panorama regionale.

Si parte oggi venerdì 19 luglio ad Otranto, per sbarcare sullo Ionio, a Taranto, giovedì 25 luglio. “Siamo al sesto anno di questa attesa manifestazione – spiega l’Assessore regionale al Welfare e alle Politiche della salute Elena Gentile – un momento che reputiamo centrale per fare il punto sull’innovazione messa in campo dalle politiche di genere. Un momento che vogliamo dedicare anche alla festa perché spesso attraverso i momenti ludici e conviviali possiamo veicolare informazioni importanti. È centrale, infatti, promuovere una corretta informazione, far conoscere alle donne le opportunità, comunicare alle donne e con le donne, allo scopo innanzitutto d’informare le cittadine, i cittadini, le famiglie pugliesi dei servizi attivi nella nostra regione per la promozione e la tutela del lavoro, della salute, dei diritti delle donne”.

Un programma sobrio ma al tempo stesso denso di attività, quello idruntino anche con una particolare iniziativa dedicata allo sport (il triangolare di calcio al femminile nella spiaggetta della Madonnina dell’Alto mare alle ore 18).

Momento clou il workshop previsto per le ore 19.30 presso Largo Porta Alfonsina dal titolo “Curare e prendersi cura: ripensare l’integrazione socio sanitaria nell’ottica della rete”. Dopo i saluti istituzionali, intervengono Serenella Molendini, Consigliera regionale di parità, Rosanna Maragliulo, responsabile regionale SPI CGIL delle politiche di genere, Paola Martino del Centro studi Osservatorio Donna dell’Università del Salento, Antonio Kowoll, Consigliere regionale della Società italiana di Geriatria, Domenico Accettura, medico dello sport e presidente del Comitato regionale della federazione medico sportiva, Anna Maria Candela, dirigente regionale del Servizio Programmazione sociale e integrazione sociosanitaria. Conclude i lavori l’assessore regionale al Welfare Elena Gentile.

La serata, a seguire, sarà animata dalla proiezione del lungometraggio “Tra cinque minuti in scena”, un film di Laura Chiassone che, come un gioco di scatole cinesi, racconta con il sorriso il prendersi cura di qualcuno, mixando i linguaggi del documentario, del teatro e della fiction. Al termine della proiezione, la cerimonia di premiazione del torneo di calcio femminile. Durante le attività dell’Estate Rosa idruntina, il centro storico della città sarà animato da artisti di strada e da tre postazioni di deejay set.

“È con grande soddisfazione che, anche quest’anno annunciamo l’ambizioso progetto “Estate rosa” – dice Serenella Molendini, Consigliera di parità della Regione Puglia – un appuntamento ormai irrinunciabile che trova le sue importanti radici nel format Notte in rosa nato proprio ad Otranto ormai da diversi anni”.

Fonte: Ufficio Stampa Regione Puglia – Sistema Puglia, Commissione Pari Opportunità, Donne e Politiche di Genere, Pubblica Amministrazione, Area Politiche per lo Sviluppo – Redazione Sistema Puglia