Si mette in salita il discorso salvezza per la Volley Cassano: gli uomini di mister Antonio Masiello hanno perso 3-1 contro l’Arrè Formaggi Turi in Gara 1 dei play out.

La partita, giocata ieri, sabato 29 aprile, al PalaVitarella, è stata a tratti molto combattuta, con i cassanesi che però hanno lasciato troppo spazio agli avversari nei momenti decisivi della gara.

Nel primo set, molto equilibrato, la Volley Cassano riesce a strappare la vittoria agli ospiti imponendosi con il parziale di 31-29. Poi il calo: il Turi si è aggiudicato il secondo set con il parziale di 25-17. Si lotta ancora punto su punto nel terzo set, vinto dagli ospiti per 29-27. Nel quarto ed ultimo, infine, il 25-16 a favore dell’Arrè Formaggi Turi regala la vittoria ai turesi.

«È stata l’ennesima occasione buttata al vento in quest’anno, tra le tante che abbiamo avuto», commenta Pino Minafra che analizza la gara di ieri: «ci facciamo condizionare dagli errori. Ogni minimo errore ci pesa tantissimo. Non ci sta accompagnando neanche un po’ di fortuna nei momenti decisivi, ma la cosa principale è che, purtroppo, non possiamo giocare solo con tre attaccanti, abbiamo bisogno dell’apporto dei centrali che se prima era al limite della sufficienza, adesso sta diventando davvero nullo. Anche loro sono demoralizzati anche perché non riescono ad incidere più di tanto nemmeno a muro. In questo momento, come non mai, abbiamo davvero bisogno dell’apporto di tutti. Non è un momento facile, ma un po’ di aiuto in più devono darlo tutti».

Ultima chiamata, dunque, per la Volley Cassano per cercare di restare aggrappata alla Serie C: sabato prossimo, 5 maggio, alle ore 18:30, al Palazzetto dello Sport di Turi si giocherà Gara 2. In caso di vittoria dei cassanesi, sarà poi l’ultima gara a decidere quale sarà la sorte di Ragucci e compagni nella prossima stagione. Se, invece, dovessero imporsi i turesi, per la Volley Cassano sarebbe la condanna alla Serie D.

«Dobbiamo giocare con un altro atteggiamento – è il monito di Minafra – altrimenti non ne usciamo con una vittoria che è l’unico risultato a cui possiamo ambire per avere un’ultima speranza in Gara 3. Dobbiamo cercare di fare un miracolo nel vero senso della parola. Dobbiamo capirlo tutti: dall’allenatore a ogni singolo giocatore».

 

Tags: , ,