di Vito Surico

la Dirigente Scolastica, Maria Rosaria Annoscia, dà il benvenuto ai nuovi alunni della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo”

Primo giorno di scuola oggi, giovedì 14 settembre, per 120 bambini cassanesi che fanno ufficialmente il loro ingresso in quella che era la “scuola elementare”, oggi scuola primaria.

È una mattinata di festa per l’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” che ha voluto dare il benvenuto ai nuovi piccoli studenti in piazza Moro: la scuola che si apre alla comunità e quest’ultima che accompagna, quasi letteralmente, le generazioni future nei luoghi in cui potranno formarsi.

Con l’accompagnamento musicale della chitarra del coordinatore del progetto Scuola Senza Zaino, il maestro Roberto Angiulo, gli alunni delle seconde e delle quarte, seduti sui gradini della chiesa Madre, accolgono i loro nuovi compagni prendendoli metaforicamente per mano per condurli in questa nuova “avventura”.

È poi la Dirigente Scolastica, Maria Rosaria Annoscia, a salutare i suoi nuovi studenti, augurando a tutti, docenti e alunni, un buon anno scolastico e lasciando la parola a Francesca Marsico, docente presso l’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” e presidente della Seconda Commissione Comunale Permanente: «in questa giornata speciale ed indimenticabile anche per me – ha affermato Marsico – vi porto i saluti del nostro Sindaco Maria Pia Di Medio [assente per altri impegni, n.d.r.] e di tutta l’Amministrazione Comunale».

L’augurio di Francesca Marsico è che questo sia un momento «indimenticabile anche per alunne e alunni che oggi si accingono a percorrere un nuovo sentiero fatto di scoperte, conoscenze, amici, confronti, condivisione, allegrie e anche un po’ di fatica, perché “diventare grandi” non sarà solo divertente e allegro, ma anche, qualche volta, un po’ faticoso. Perché da oggi in poi non sarete più considerati bambini, ma piccole donne e piccoli uomini in evoluzione ed in funzione della nostra comunità».

il saluto di Francesca Marsico, docente presso l’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo” e presidente della Seconda Commissione Comunale Permanente

Un po’ meno faticoso, però, lo sarà dal punto di vista più materiale: tutte le prime classi, infatti, hanno aderito al progetto Scuola Senza Zaino ed è cominciata anche la sperimentazione nella scuola dell’infanzia. La Scuola Senza Zaino, ha aggiunto Marsico, «è fatta di idee e strumenti, di innovazione e conoscenza libera e spirito di collaborazione tra voi perché il futuro della scuola, di ognuno di noi e della nostra Cassano è la cooperazione tra i cittadini che crescono insieme e si sentono parte di una comunità». «La scuola per voi», ha aggiunto la presidente della Seconda Commissione Comunale rivolgendosi agli alunni, «da oggi sarà quel luogo dove si diventa grandi, presi per mano dalle vostre maestre e dai vostri maestri. Noi tutti insieme, con le vostre mamme e i vostri papà, vi renderemo piccole donne e piccoli uomini, liberi e consapevoli del vostro futuro. Voi piccoli, ma già fecondi semi di un bosco rigoglioso di rinnovata coscienza collettiva che partecipa attivamente al futuro di se stessi e della nostra società, a cominciare dalla scuola».

Una scuola in cui «si diventa grandi, a poco a poco, non solo perché passano i compleanni e si spengono le candeline, a scuola si diventa grandi perché si condivide e insieme si impara quel bagaglio di conoscenze e di competenze che saranno vostre per tutta la vita. A scuola si scopre cosa vorrete fare da grandi! Perché la scuola è la fabbrica del futuro e i libri, le penne, le matite e le cartelle sono i vostri ferri del mestiere che vi condurranno al raggiungimento dei vostri sogni».

Sarà dunque dovere degli adulti «permettere ogni giorno, poco a poco, che i vostri desideri siano sempre più vicini, non lasciando indietro nessuno, senza dimenticare neppure uno di voi».

Francesca Marsico ha chiuso il suo discorso citando il premio Nobel per la Pace Malala, con l’augurio più bello: «un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo».

il lancio dei palloncini chiude la “festa” in piazza Moro. Tutti in classe!

Dopo il saluto della maestra Maria Giulia Lopane, in rappresentanza della scuola dell’infanzia che ha “consegnato” i nuovi alunni alla scuola primaria, la Dirigente Scolastica Annoscia ha chiamato i bimbi per comporre le nuove classi prime.

Poi il lancio dei palloncini che hanno colorato il cielo in questo primo giorno di scuola dei piccoli cassanesi e genitori (un po’ emozionati anche loro) e insegnanti hanno accompagnato i nuovi alunni a scuola: in via Gramsci le classi D, E ed F; momentaneamente presso la scuola dell’infanzia di via Capita Galietti (in attesa che vengano completate le aule nel plesso di via Convento) le classi A, B e C.

 

Tags: , , , ,